Luna novembrina, di Rosa Salvia

img_1687
(dalla raccolta poetica inedita Il giardino dell’attesa)

Luna novembrina ti cullava lo sguardo
la sera
di quella domenica limpida, i gomiti
sulla sbarra del cancello del giardino
sospeso

scrutavi le stelle
passeggere del Carro
e coglievi intermittenze di luci dai paesetti
vicini

strani sussulti
guaiti di cani
rapaci

Blackout
la terra tremò
la terra gridò
martoriata –

il tempo
in un ritmo solenne
marcava i secondi
gli stessi secondi
di ogni giornata –

discesa
nel nero informe
stupore delle cose –

attesa
di quiete impaurita
come se non fossimo
altro che piedi
in corsa verso l’esilio

fra case e viuzze affogate
orli di sassi
sorsi di morte
frammenti di voci.

*In ricordo del terribile terremoto che colpì l’Irpinia e la Basilicata il 23 novembre 1980
e vicina a tutti coloro che stanno vivendo in prima persona la devastante esperienza del sisma
nell’Italia centrale nella speranza che presto la natura s’acquieti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...