Fabio Scotto in amore


di Guido Michelone

In amore, il nuovo volume del cinquantottenne poeta spezzino, è strutturato in una prima sezione divisa in sedici parti, e in altre quattro successive, con argomenti che, come in un romanzo in versi, vanno dai luoghi amati (il Varesotto) ai campi di battaglia dell’attualità (Siria e Afghanistan), dai laghi canadesi ai templi siciliani, dalle vacanze in Normandia alla Parigi devastata dal terrorismo fondamentalista.
Scotto cerca, nel riscrivere poeticamente un film e un poemetto teatrale per voci e coro dedicato a Aylan Kurdi (il bimbo siriano morto in mare e riversato in spiaggia), una via che porti a un teatro di poesia per dare voce al mondo, insomma una lirica al contempo amorosa e civile (e amorosa proprio perché civile).
L’ultimo libro di Scotto dunque affronta l’essere in amore mediante un’angolazione emozionale in grado di fondere i dati del vissuto e dell’esperienza con il potere dell’immaginazione, fino a trasfigurare lo stesso tema amoroso. Scotto di proposito non vuole spiegare o descrivere, preferendo rivivere l’amore nell’atto della scrittura, evocando figure e incontri, che però vengono assemblati in un flusso ampio, eterogeneo, multitematico. I discorsi privati, in tal senso, risultano inseriti nelle dinamiche di un presente storico composto da drammi atroci e precarietà irrisolte: insomma, il personale non dimentica mai di partecipare al ‘politico’ del mondo, ossia al destino dell’umanità.
Per capire meglio In amore, occorre rileggere attentamente una parte della premessa, quando il prefatore Gabriele Morelli afferma: “(…) La raccolta ‘In amore’, sostenuta da una potente carica creatrice, celebra il desiderio, la passione, l’incontro dei corpi, ma contiene in sé anche il ‘disamore’, lo sconforto, la solitudine, il dolore, insieme a folgoranti epifanie di vita, in cui l’esperienza del momento si intreccia con l’immaginazione e l’attualità. La poesia di Fabio Scotto non è mai avulsa da una profonda inquietudine esistenziale, anche quando il poeta corre incontro all’appuntamento con l’amata ed osserva il paesaggio intorno. La straordinaria qualità di questa poesia proviene da un flusso emotivo che assume il presente come punto di partenza, lo avvolge e dilata in un movimento che va avanti e indietro, aggregando momenti e materiali di vita e di storia vissuti in tempi diversi che trovano un loro centro nella parola poetica…”.
Angelo Maugeri, a completamento del precedente discorso, afferma invece: “(…) Il titolo della silloge, In amore, è già di per sé molto esplicativo nell’evidenziare la carica erotica delle liriche. Le poesie più scopertamente emotive rivendicano la necessità e la dinamica dell’innamoramento sotto il segno della triade sesso-erotismo-amore: aspetti, questi, che – in chi ama “veramente” – non possono esistere l’uno senza gli altri e conservano, ad oltranza, la loro forza originaria, la loro innocente trasgressività. Ma l’esplorazione della passione amorosa è anche “pathos”, quel “pathos” che, come in Beaudelaire, mette il cuore a nudo ed è anche ricerca di sé e dell’altro. Una ricerca che non si può rappresentare concettualmente, ma che può definirsi mediante l’atto della registrazione di quanto si sperimenta concretamente stando, appunto, “in amore”, in atto d’amore”.
Continua Maugeri: “All’interno del tema dell’amore serpeggia anche il tema della “scrittura”, della “lettera” – e non poteva essere diversamente se a scrivere d’amore è un poeta. L’autore sembra voler arrivare a una conoscenza amorosa che le sole parole non riescono a raggiungere. E tuttavia, il ricorso alla “scrittura” – con i numerosi riferimenti disseminati all’interno dei testi – adombra l’intima e indispensabile forza della “lettera”, quella forza che, ricordando Roland Barthes, diventa ‘discorso amoroso’”.
Da Morelli a Maugeri, ecco due spunti per leggere trasversalmente un libro importante e un notevole poeta contemporaneo.

Fabio Scotto, In amore, Passigli Poesia, Bagno a Ripoli (Fi), 2016, pagine 151, euro 16,50.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...