La poesia de L’Angelico Certame

dd

di Max Ponte


L’ANGELICO CERTAME che ho lanciato nel settembre del 2016 con un nuovo format poetico, in grado di uscire dalle strette dell’underground ed elevando il grado di confronto e di ricerca, si sta affermando gara dopo gara in Italia.

Di che cosa si tratta? L’Angelico Certame è una gara poetica, che mette assieme improvvisazione, performance e teatro. I poeti sono valutati da una giuria di 4 membri, due tecnici e due popolari. Si tratta di uno spettacolo che vuole distinguersi per la selezione dei partecipanti e la cura dei particolari.

Questo per dare nuove opportunità di crescita alla poesia italiana in un format che si libera da qualsiasi esterofilia con un nome tutto italiano che manifesta il legame con la nostra tradizione letteraria.

Dopo il quinto appuntamento a Parma si possono fare alcune osservazioni. Prima di tutto l’ottima risposta di pubblico a Torino e a Milano per una novità lanciata da un poeta singolo; l’emergere di un nuovo gruppo di poeti performativi in crescita, passo dopo passo, dotati di ottime capacità di poetare in pubblico, senza supporti cartacei, improvvisando e usando abiti od oggetti di scena. Insomma la capacità orale del già noto slam e dei classici reading portata ad una evoluzione necessaria.

Gli attuali finalisti sono: Nadia Sponzilli, Bruno Giovetti, Donatella Lessio, Danilo Torrito, Matteo Roskaccio.

Molti sono stati i poeti intervenuti come ospiti, tra cui ricordiamo Carla Bertola e Alberto Vitacchio, fra i “poeti totali” più noti in Italia. E ricordiamo anche la performance vocale (con esempi di diplofonia) di Luca Atzori a Palazzo Grosso a Riva presso Chieri. Senza dimenticare la poetessa Francesca Tini Brunozzi, il critico musicale e scrittore Guido Michelone, Antonio Santangelo docente di semiotica all’Università di Torino e la scrittrice ed organizzatrice Cristina Codazza. Da sottolinear anche la recente data de L’Angelico Certame a Parma e la collaborazione nell’ambito di un evento di prestigio come il Gola Gola Festival.

Inoltre il 17 giugno 2017 a Torino al Lombroso 16 alle ore 18.00 avremo dalla Martinica la scrittrice Suzanne Dracius, un evento extra de L’Angelico Certame che presenterà per la prima volta al pubblico italiano l’erede femminile del grande Aimé Césaire, poetessa e narratrice che nella sua scrittura porta tutta la forza del racconto orale della sua isola. Suzanne Dracius presenterà il libro “Rue Monte au Ciel” edito da Paginauno e tradotto da Leonarda Oliveri. Dialogherò con la scrittrice anche a Milano il 19 giugno per un incontro alla libreria Colibrì alle ore 18.30 promosso dalla casa editrice.

Le candidature per L’Angelico Certame intanto sono aperte. Per conoscere tutto il regolamento e gli appuntamenti consultate il sito http://www.angelicocertame.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...