107. Orizzonti


Ci dirigevamo a grandi passi verso l’epifania di eventi a cui nessuno pensava, ma che noi scorgevamo sullo sfondo di un’epoca enigmatica, in cui i valori sembravano confondersi e in cui tutto era messo in discussione; ma non al modo, per dire, di Gesù, che mostrava anche al di là delle contraddizioni umane una vita potente, inalterabile; no, adesso c’era un senso di buio e di smarrimento, appena dietro la facciata buonista, l’ottimismo insensato di chi si affretta verso la rovina.
Capivamo perché Dio non fa politica, non sposa un partito, una fazione, non si lega al carro di lobby o ideologie, ma è libero della libertà indispensabile all’amore, e all’espressione limpida della verità. Ci sembrava che le istituzioni, perfino le più sacre, si facessero coinvolgere, invece, in giochi di potere, in manovre censorie, come si fosse sdoganata una sorta di dittatura sotterranea, intrecciata coi mass media e il loro istinto di falsificazione.
Come uscire dalla trappola, se non mettendosi totalmente nelle mani di Chi era, e sempre è, al di sopra delle parti, invocando lo Spirito che legge anche i meandri nascosti della storia? Quest’ottica ci consentiva di restare sereni in mezzo al non senso, alla violenza subdola, alla contraffazione più evidente, spacciata per una improbabile, profonda verità.

3 pensieri su “107. Orizzonti

  1. Pingback: 107. Orizzonti — La poesia e lo spirito | Dall' imperfezione verra' la purezza

  2. Stasera mi hai letto nel pensiero! Sto riflettendo esattamente come te. Perche’ ostinarci ad opporci ai segnali che Dio ci manda? Perche’ insistere nel cercare nel voler giustificare le “chiare follie” anticristiane di chi si spaccia per “educatrice” di giovani che vanno incontro ai sacramenti, alle tappe fondamentali della vita di un Cristiano, come la Santa Comunione o la Cresima? Perche’ ostinarci a chiamare amore…l’odio? L’egoismo? La prevaricazione? Perche’ ostinarci ad amare chi non sa neanche lontanamente cosa e’ l’amore? Perche’? Tu mi intendi…lo so… tiabbraccio. Gianni

    Mi piace

  3. „Quando utilizziamo Gesù il Cristo all’interno dei nostri paradigmi umani, per darci un fondamento, una giustificazione ed una spiegazione, ecco che allora inevitabilmente lo travestiamo e lo trasformiamo in una contraffazione ed in una menzogna.“
    Jacques Ellul

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...