Sguardi


Può accadere di sentirsi soli. Non che non s’incontrino persone, le presenze abituali della quotidianità: famigliari, colleghi di lavoro, i contatti che attraversano la vita e con cui non sempre si sa essere sé stessi. Anzi, se ne torna spesso col sentore d’aver perso qualcosa, senza, magari, saper dire cosa.
Resta una fame di essere, sempre più intensa, sempre più insaziata.
Poi, un bel giorno, guardi il volto di Gesù, davanti a te, con gli occhi che sembrano cercarti: non ti impongono nulla, sono solo una proposta discreta, delicata, attenta a non violare la tua libera adesione. È lì: e tu non credi che ti stia guardando, che sia il Gesù che percorreva le strade della Palestina predicando il Vangelo, guarendo i malati, chiamando Zaccheo arrampicato sopra l’albero, assicurando al paralitico, calato dal tetto, il perdono dei peccati, conversando con la donna al pozzo di Sicar.
Sei certo di essere indegno della sua attenzione, che il suo potere sia attratto da altre cause, ben più importanti della tua. No, non sta guardando te, anche se sembra, anche se tutto lascerebbe sospettare che voglia convincerti che se è appeso lì, se hai deciso di piazzarlo di fronte al tavolo di studio e di preghiera, no, non può essere un caso, ma una sua precisa, eterna volontà.
Allora, all’improvviso, ti lasci persuadere: chiudi gli occhi, cominci a sentire le sue mani posate sulla testa, sei uno di quelli che ha incontrato per la strada, nei campi, nelle sinagoghe scalcinate, e provi un senso di pace, come se i suoi occhi, il suo tocco, cambiassero qualcosa, come se, per la prima volta in vita tua, potessi dire “io”, “tu”, e avessi ritrovato, per miracolo, la tua vera, fino ad oggi incredibilmente ignorata, identità.
Solo da allora, ogni persona che incontri non è più un pretesto per sentirti solo, ma un’occasione per essere te stesso, riflesso, finalmente, nella luce mite del suo sguardo.

3 pensieri su “Sguardi

  1. e’ come quando sbirci dall’occhiolino sul portone,che cerchi di vedere chi ha premuto il campanello: ” c’è posta!!..”
    “sono la portiera!!..” “la lettura del contatore!!!..” siamo i portatori del messaggio,i testimoni”… e tu decidi se e a chi aprire!
    Però davanti a quello SGUARDO, leggi la supplica del CUORE al tuo cuore
    sta davanti alla tua porta e bussa:
    《Sono qui che aspetto》…che facciamo? Lo Lasciamo entrare?
    e pensa,…sarà LUI a dirti(e darti) grazie
    quando gli aprirai !!!

    Liked by 2 people

  2. Un piccolo giardino fresco, un po’ nascosto, appena fuori dalla calura estiva di un pomeriggio domenicale, di una Roma che fuori ospita strade vuote, quasi deserte.
    Ti siedi su una panchina di legno, di quelle che traballano, che devi quasi puntare bene i piedi a terra per non ricevere sorprese. Ce ne sono tante, come le persone che le occupano, diverse fra loro, unite, comunque, tutte dallo stesso filo.
    La donna africana, avvolta nel suo abito colorato, che attende, in silenzio, composta, con il suo zaino inzeppato di cose e pensieri di vita che traboccano dalle due stelle del viso, spente, che si accendono solo quando arriva una famiglia a prenderla, insieme a sorrisi e abbracci al seguito; l’uomo vestito di stracci, con la maschera da cavallo, che si avvicina alle due bambine, felice di averle fatte ridere un po’; e poi c’è la suora, che fra una telefonata e l’altra, è pronta a dare una carezza o una buona parola: ci sa fare, si vede che tutti le vogliono bene.
    Quel luogo è pervaso della Sua mitezza, del Suo amore, si è posato il Suo sguardo e non puoi non incrociarLo.
    Non c’è più bisogno di puntare i piedi per assicurarti su quella panchina. lo sei già.
    (Basilica di S. Pancrazio)

    Liked by 1 persona

  3. “Ti guardo e il sole cresce
    Presto ricoprirà la nostra giornata
    Svegliati cuore e colori in mente
    Per dissipare le pene della notte.”
    Paul Eluard

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...