Scommettiamo?


Per un momento, immaginiamo che tutti credessero in Gesù. A ben vedere, non è così impossibile. Ha insegnato l’amore, la speranza, la fiducia. Ha detto che la vita non finisce con la morte, che la bontà viene premiata, e la cattiveria è votata al fallimento.
Non pochi atei hanno intravisto in Lui una figura straordinaria: Nietzsche ha scritto che c’è stato, nella storia, un solo cristiano, ed è morto in croce. Sono famose le canzoni dedicategli da Fabrizio De André, culminanti nel coro finale della “Buona Novella”: “non posso pensarti figlio di Dio, ma figlio dell’uomo, fratello anche mio”.
Se tutti credessero in Gesù, il mondo sarebbe migliore. Solidarietà, pace, non violenza, diverrebbero realtà quotidiane; il pane si moltiplicherebbe e i malati sarebbero guariti. Tutto da guadagnare, a prima vista. Ma dev’esserci un anello che non tiene, perché, in fin dei conti, non sono poi tanti quelli che lo seguono davvero.
Pensa che ti ripensa, mi pare che una parte di responsabilità ricada sui credenti. Il peccato ha una sua bellezza, come ricorda Genesi: il frutto dell’albero del bene e del male era “bello a vedersi e buono da mangiare”. Come rinunciare a tanto allettamento? Solo imbattendosi in qualcosa di più bello. Agostino d’Ippona, santo e genio, ha stabilito una volta per tutte che la fede è desiderio. Finché non desidera il bene più del male, l’uomo ignora la proposta di Cristo: chi glielo fa fare?
Non resta che invitare i credenti a mostrare la bellezza di Dio, il fascino irresistibile dell’essere cristiani. Qualcuno in più ci crederà. Scommettiamo?

6 pensieri su “Scommettiamo?

  1. Alcune persone quando incontrano un credente lo “strizzano” per bene, fino alla morte e alla morte di croce. Ammetto di non essere ancora pronta a morire per queste persone che sanno perfettamente quello che fanno.

    Mi piace

  2. Per mostrare l bellezza di Dio bisogna prima farne veramente esperienza, capire il suo amore ed esserne coinvolti fino a vivere un rapporto intimo e appassionato, che brucia come il fuoco…come si fa? Probabilmente è una grazia, da desiderare e da chiedere.

    Mi piace

  3. Per la mia esperienza, tra l’essere cristiani, nel senso di dichiararsi semplicemente appartenenti al cristianesimo, e il non esserlo, non c’è alcuna differenza; voglio dire che riscontro in entrambe le categorie esattamente la stessa percentuale di persone belle, buone, di buona volontà, così come di persone dalle quali “guardarsi”.
    Il vero problema consiste nel fatto che la stragrande maggioranza dei cristiani sente, si compiace di poter agire “per Cristo, con Cristo e in Cristo”, ma omette molto spesso di agire “come Cristo”, cosa che a molti non Cristiani riesce a volte con molta più facilità.
    Del resto, la storia ha conosciuto, in nome di Cristo, crociate, guerre sante e molte altre atrocità.
    Tuttavia, posso affermare che non è certo il mio giudizio sui cristiani a farmi mantenere le distanze. Come De Andrè, tra le figure essenziali della mia formazione, è piuttosto un sentire interiore che mi fa amare Cristo come fratello, nonostante, incomprensibilmente, mi ripeta di essere figlio di Dio.

    Mi piace

  4. “considerazione” :partirei dalla certezza che molti ,ma molti,ma molti più di quanti pensiamo ,al mondo ,credono in GESÙ CRISTO;
    ma in quanti,quanti,quanti,quanti,siamo disposti a condurre una vita come la Sua……per poi chiudere la “”carriera”” in quel modo!!! (per forza dicono di essere atei,…non si sa mai!!!)

    Mi piace

  5. Sono d’accordo con te Alfonso!
    “Fatevi dunque imitatori di Dio, quali figli carissimi, e camminate nella carità, nel modo che anche Cristo vi ha amato e ha dato se stesso per noi, offrendosi a Dio in sacrificio di soave odore.”
    Dovrebbe essere il nostro programma, ma chi di noi è disposto a viverlo veramente e fino in fondo? Eppure è proprio da questo che dipende la coerenza della testimonianza, come giustamente osservi tu Clown.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...