Sibilla Aleramo, la rosa e la fiamma


a cura di Barbara Pesaresi

da SELVA D’AMORE (Sibilla Aleramo – Tutte le poesie, Mondadori)

 

Fumo di sigarette

 

Fumo di sigarette.

Accenno di sorriso.

E di nuovo fumo,

spire leggere,

dalle mie labbra,

tutte le sere

qualche minuto,

dal suo balcone,

dalla mia finestra,

spire leggere,

sbocciar di sorriso,

e non sa la mia voce

e non so la sua,

solo,

traverso le spire di fumo

i suoi occhi mi piacciono,

gli piacciono i miei occhi,

tutte le sere

qualche minuto,

un saluto

di spire di fumo,

lievità graziosa di gesto,

silenzioso punto di fuoco

alto su l’addormentato cortile,

e niente più,

così,

mentre presso la lampada

il lavoro attende,

qualche minuto

tutte le sere

per qualche sera,

spire leggere

spire leggere.

 

Ancora ascolto una rosa

 

Ancora ascolto una rosa

per me sola nella notte.

Quante m’hanno parlato

con lor grazia sovrana

in stanze e giardini

sotto le più varie luci!

E questa è bianca e grande,

è tutta aperta, respira

l’ora sua miracolosa,

ma l’amato non è qui,

lui volevo ne gioisse…

Domani sarà tanto men bella.

Rosa alta su lo stelo!

La colsi al rorido fascio

che andava ad una sposa.

Nuovamente destinata all’amore,

all’amore nuovamente mancata.

Sola nella notte, le mie labbra

sconsolate la sfiorano.

 

Silenzio, tepore…

 

C’è silenzio, e tepore,

in questa romita stanza ov’io ti attendo,

e una purpurea rosa,

già stanca, sul ciglio di languire,

anch’essa ansiosa del tuo bruno sguardo,

così tenera è l’ora

ch’io mi trasmuto in taciturna grazia,

mite rosa,

tepore sulle tue palpebre, carezza d’ombra.

 

Oh palme delle mani…

 

Oh palme delle mani iscritte di segni,

triangoli, rami, croci, stelle,

tutta la mia vita ch’è stata e sarà,

il punto ch’io ignoro della morte e non temo,

e altri, altri che sembrano di confitti chiodi,

ma intorno vi raggiano ali di gloria,

oh palme delle mani vi guardo come specchi,

così umane e così arcane,

appannati specchi che la luce più indora,

brevi e morbide, e tanto destino inciso,

immagini d’immensi spazi e musiche,

e fantasie e follia e solitudine e carità,

linee linee in catene in croce in danza,

oh palme delle mie mani, scrittura d’astri!

 

Violenza del nembo

 

Violenza del nembo sul lago improvvisa,

più non sceveri l’acqua dal vento,

l’acqua che scroscia dall’onda che si solleva,

tutto è gonfia nube e rombo e lampo,

nel turbinio vasto la bufera divien prodigio,

forza liberata da qual lunga soggezione?

Mio cuore, così un tempo tu eri,

generoso d’ira, ribelle, e di passione gridavi…

Ora per te calma solare e stacco da ogni brama

gli spiriti invocano, cuore, per te già diverso,

che in magico stupore già t’avvolgi,

ma pur ancora eccoti da nostalgia percorso

se improvviso il nembo sfrenarsi vedi.

 

Morte è sui campi del mondo

 

È vivo, volevo soffocarlo,

e più tremendamente è vivo.

Null’altro più nel mio respiro

che quest’amore su un ciglio di morte.

Morte è sui campi del mondo

ma tu stai nel mio cuore

come il battito stesso della vita.

Mi sovrasti, mi annienti,

ammutolita mi rendi,

ringraziato tu sia.

Nulla il mio patimento

pur che vivere ti veda

e ti oda cantare

su questo mio ciglio estremo.

Poi chiudimi gli occhi

implorami pace

stendimi sulla terra

accendimi il rogo di morte

e ringraziato tu sia…

 

La mia fiamma

 

La mia fiamma,

che niun aspro vento ha mai domata,

ancora guizza e lotta

che morte non già la trovi spenta,

accesa vuole

migrare in altra terra di sorpresa,

pendula oscillante nell’etere,

là donde venne, patria chiara,

e forse saperne il nome.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...