Per amarti


Le profezie sono vere, ma non ditelo a nessuno, tanto non ci credono. Certo, un po’ fa male, ma ti ci abitui, giorno dopo giorno. Mi metto sempre più nei panni del Battista, di Geremia, di Elia, gente la cui voce ha gridato nel deserto, e spesso è risuonata a vuoto.
Penso a te, Gesù: schernito, oggi come allora, oggetto di sarcasmo insieme ai tuoi, esposto allo sberleffo, messo, come si diceva una volta, alla berlina. Comincio a comprendere meglio cosa significhi amare senza ricevere risposta. Penso alle tue cadute sul calvario – sette, secondo la Emmerich -: non hai inveito, non ti sei lamentato o ribellato, sei rimasto in silenzio, pur di tirarci fuori dalla morte. Per evitarci la tomba, ci sei finito dentro.
Per amarti, come ci hai amato, dovremmo uscire dal sepolcro del cuore, dove ogni giorno torniamo sperando che il Vivente, lì, non possa entrare.

4 pensieri su “Per amarti

  1. …equazioni..e prova del nove!

    All’ascolto e nella lettura la conoscenza
    Nella conoscenza la Sapienza
    Nella Sapienza la Verità
    Nella Verità la Libertà ; =
    《Nelle Sacre Scritture la Libertà! 》
    di scegliere,di vivere, di amare oppure no,
    di credere ‘senza vedere’ !!!
    Il NT “la prova del nove” dell’AT…
    …anche con la matematica,
    Io Credo,io Spero,io Amo.
    …Non credo a “giochi di prestigio” !!!

    Mi piace

  2. La storia attendeva che Dio stesso assumesse un corpo nella persona di Cristo, restaurando in Lui quell’ordine che Adamo aveva guastato. Cristo è l’Uomo che mette tutta la sua umanità a servizio completo della divinità. In Lui si realizza quell’evento in cui per tutti i doni che Dio ci ha elargito, riceve la piena e degna risposta da parte di un Uomo. E noi?
    Ci voltiamo dall’altra parte! L’ignoranza, l’accidia …regnano. Prendiamo sempre tempo. A quando la nostra vita è Vita secondo la Sua parola? Quante percosse per destarci? L’uomo vecchio quando muore? Miserere….

    Mi piace

  3. Non conformatevi a questo mondo, ma lasciatevi trasformare rinnovando il vostro modo di pensare, da poter discernere la volontà di Dio, ciò che è buono, a lui gradito e perfetto.
    Rm, 12, 2

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.