Saluti e baci


A volte mendichiamo affetto: ci restiamo male se qualcuno non saluta, se non è cordiale, se non ci accoglie secondo le nostre aspettative. Sogniamo che il mondo ci dia importanza, che riconosca in noi valore e dignità. C’è bisogno di aggiungere che le cose non sempre vanno in questo modo? Allora la tristezza si fa strada, si avverte il peso della solitudine, ci si sente inutili e frustrati.
Il fatto è che ignoriamo d’essere in buona compagnia: gli angeli e i santi, per dirne una, sono sempre disponibili a soccorrerci, a viziarci di affettuosità come fanno gli zii coi nipotini. Certo, ciò richiede la consapevolezza d’essere uno di quei piccoli di cui parla il Vangelo. Se ci scopriamo tali, cominceremo a sentire i baci e le carezze, e non ci importerà se qualcuno non saluta come Dio comanda.

6 pensieri su “Saluti e baci

  1. Piccoli, indifesi, bisognosi di attenzioni,
    come bambini;
    Se ci aspettiamo dagli altri di essere considerati come tali di certo
    potremmo rimanere delusi!
    Forse perché essi stessi (gli altri)stanno li come noi,con le stesse aspettative!
    Ecco che allora, noi e gli altri dovremmo ricordare di chi siamo:
    《siamo di Paolo?》
    《di Giovanni 》?
    《di Pietro》?
    《di Gesù 》?
    Non importa ora di chi siamo,
    quello che più conta ora è per CHI siamo.
    Allora si,che ci sentiamo coccolati,..
    e consolati,e considerati;
    Da Colui che della Sua consolazione agli afflitti ha fatto il suo “cavallo di battaglia”
    È Lui l’unico che ha scelto di donarsi,
    in quel “percorso” ,a consolarci,a perdonarci, a riscattarci..
    per “liberare tutta l’umanità!!

    Piace a 1 persona

  2. Vorremmo sempre che il mondo giri secondo le nostre aspettative…in ogni caso agisci come se l’altro si comportasse come tu vorresti…la tristezza è l’ottavo vizio capitale…il nostro distintivo è la gioia…prima o poi si evidenzierà…

    Mi piace

  3. Il saluto è un atto di affetto, rispetto, gentilezza, così come un sorriso, offerto in maniera del tutto gratuita e senza tornaconto. Qualora non ci fosse risposta, pazienza, l’importante è che provenga dal cuore.
    Regalare un sorriso a chi non ce l’ha, raccontare un buongiorno, – seppure qualcuno lo stesse mendicando, forse perché provato dalla vita, o magari non conosce gli angeli -, non è forse il sussurro proprio di un angelo, affinché fra i due , in qualche modo, ci possa essere uno scambio delle Sue carezze?
    In ogni caso sarebbe bello un mondo in cui salutarsi fosse prioritario, la gioia sarebbe contagiosa, grazie al Cielo, che non finisce mai di accoglierci.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...