Atto di fede


Quando pigiamo il bottone della macchina, non dubitiamo che esca il caffè; se apriamo l’ombrello, siamo sicuri che ripari dalla pioggia; se giriamo la chiave nel cruscotto, l’automobile si mette in moto. Durante la giornata, compiamo atti di fede a non finire: se facessimo attenzione, ci stupiremmo di affidarci tanto.
Invece, quando preghiamo Dio, perdiamo colpi: mi esaudirà? Sarò degno di chiedere? Dovrei avere, almeno, la stessa certezza che ripongo nella macchina, nell’efficienza del telefono, in qualsiasi altro moto di fiducia. Manchiamo sul più bello, proprio là dove potremmo averne un grande beneficio. Per questo il dubbio ci arrovella, e finisce per guastare anche l’ombrello, il distributore, l’automobile.

3 pensieri su “Atto di fede

  1. Francamente,quei gesti descritti all’inizio
    li eseguo come”atti di speranza”😅
    speriamo che scenda il caffe;
    che non piova troppo, (l’ombrello mio sembra una retina!!);
    e che la batteria ‘risponda ‘positivamente al sollecito della chiave!😅😅😅…
    ecco,tutti atti di speranza!!!
    Nella preghiera,nella supplica,nella richiesta a COLUI al quale ci rivolgiamo,DOBBIAMO riporre la fiducia che può scaturire solo da una vera Fede,
    nella speranza (ora si…)che si possa ottenere la grazia;”Atti di FEDE”, (azioni di fede)
    ma ciò può accadere solo se LO viviamo e LO preghiamo colmi della SUA stessa GRAZIA!
    Sopratutto se quanto desiderato o richiesto corrisponda pienamente non alla nostra ma alla SUA VOLONTA’…
    come diciamo sempre con il “PADRE NOSTRO” ,magari troppo spesso,senza
    pensare bene alle parole che pronunciamo!
    Allora poco importa quanto piova,
    se il caffè non scende, se la sveglia non suona o se trovo la fila sul raccordo!!!

    Mi piace

  2. Bisogna innamorarsi, altrimenti non funziona:
    «Voglio andare con la persona che amo. Non voglio calcolare le difficoltà. Non voglio sapere se è ne vale la pena. Non so se mi ama. Voglio andare con la persona che amo». (Bertolt Brecht).

    Mi piace

  3. «Il Signore mi ha abbandonato, il Signore mi ha dimenticato. Si dimentica forse una donna del suo bambino, così da non commuoversi per il figlio delle sue viscere? Anche se queste donne si dimenticassero, io invece non ti dimenticherò mai.” Questa è la Sua parola…e ci dobbiamo fidare sempre…anche quando ci rimprovera, ci dà uno schiaffo, ci mette alla prova, ci dà una carezza, ci porta sulle spalle…la nostra storia la facciamo insieme…Lui ci vuole un bene immenso…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.