Poeti


Il mondo è pieno di poeti, e non è grave. Grave è che tanti si spaccino per tali, mentre ostentano sentimenti logori che contraddicono l’idea stessa di arte creativa. In un libro memorabile – “Lettere a un giovane poeta”-, Rilke traccia il profilo dell’artista autentico, quello che legge la realtà con occhi nuovi. Come aveva intuito Wim Wenders, solo un bambino vede gli angeli, il cielo, si accorge della bellezza di un’alba o di un tramonto, dei regali mai banali o retorici di Dio.

4 pensieri su “Poeti

  1. Non si vede bene che col cuore;
    l’essenziale è invisibile agli occhi…
    (Antoine d’Exupery; le petit prince)

    Pro…logo!
    Tanto pe’ comincia’ caro lettore
    t’avviso co’ sto’ prologo iniziale;
    a te er giudizio in merito a lo scritto,
    ma nun te illude, nun zo’ n’intellettuale.

    Manco poeta me ritengo amcio bello,
    ar massimo me sento menestrello,
    a ‘conta’ fatti e storie de sto’ monno
    che ‘n po’ pe’ vorta sta propio a tocca’ er fonno!…
    A vorte so ricordi a vorte so penzieri,
    ‘mportante poi a la fine che sieno fatti veri…

    Esposti qui ‘n po’ in prosa
    oppure ‘n po’ in poesia
    ce poi trova’ sia gioia
    sia che malinconia…

    Certi so fatti mia,
    certi de gente ‘ntorno
    ce metto sempre er ‘punto’
    e a capo poi ritorno!!!

    Poi nun zo’ ‘n letterato
    che ha da bada’ ar sottile
    metafore o velare
    nun stanno nel mio stile;

    Nemmanco trovi qua’ te l’assicuro
    ne’ psico,filo oppure teologia,
    io butto giù ‘n pensiero e mai me pia
    la smania che rimanga imperituro!

    Nun è pe’ fa giudizio
    né pe’ ‘nfama’ sto monno,
    ma spesso all’omo er vizio
    j’emerge dar profondo !

    Ce sta’ poi quarche verzo
    fra ‘n mezzo a ste’ parole
    che po’ fa’ nasce gioia
    o po’ fa’ piange er core…

    Pero’ lo dico chiaro
    e de sto’ parere resto,
    s’evince tra le righe
    leggenno quarche testo;
    puntini e virgolette
    p’enfatizza’ er contesto…
    ma quello che più conta
    de sto’ parere resto!!!..
    (firmato: er menestrello..a tempo perso!)

    Mi piace

  2. In un’epoca totalmente “fluida”, dove regna una crisi non solo economica ma di valori, di fede, di identità; una società malata nello spirito e nell’anima dove l’uomo è indifferente all’ambiente naturale, al fratello, a Dio, urge la voce del poeta-profeta che ci riporti alla “dritta” via. La sensibilità, l’intuizione della bellezza nell’arte, nella musica, nella poesia, nella teologia… è segno da chi ha il cuore da bambino, privo di pregiudizi, sovrastrutture, incrostazioni…capace di andare oltre…
    Il mondo ha bisogno di voi…fatevi sentire..a bassa voce…in modo che il rumore di fondo abbassi i toni e risvegli quella scintilla che ci contraddistingue per cui si era detto: cosa molto buona!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.