Frate focu


A chi gli chiedeva cosa avrebbe portato in salvo dalla sua casa in preda al fuoco, Jean Cocteau rispose: il fuoco. Anche Gesù dice d’essere venuto a portare il fuoco, e che è angosciato, finché non sia acceso. Bernanos l’aveva capito, se fa dichiarare al suo curato che il problema delle anime infernali è la mancanza di comunicazione vitale: sono come pietre fredde, dice. Giovanni della Croce parlava della fiamma viva d’amore. Francesco d’Assisi prediligeva anche lui questo elemento, se nel suo Cantico scrive: Laudato si’, mi’ Signore, per frate focu, per lo quale ennallumini la nocte, et ello è bello et iocundo et robustoso et forte.
Dio è fuoco: vuole che ci uniamo a questa fiamma che brucia ogni residuo di morte, solitudine, peccato.

5 pensieri su “Frate focu

  1. …discesero su di loro come lingue di fuoco, fermandosi sulle loro teste,
    il fuoco dello Spirito, il Paraclito promesso dal Risorto mentre ascendeva al PADRE; li invadeva ed iniziarono a parlare diverse lingue, e tutti li comprendevano;
    Sono sempre più convinto che chiunque fosse “pregno” del fuoco dello Spirito Santo abbia la capacità di farsi comprendere da chiunque lo stia ascoltando : sia che l’uditore  fosse straniero o lontano o agnostico, o indifferente o tiepido o freddo od anche addirittura sordo…o più sordo  di quello che non vuol sentire!!!…
    Perché lo SPIRITO di Cristo parla
    all’orecchio del cuore ,…e allora non bastano i tappi nelle orecchie per non ascoltare !
    …è un fuoco che arde di AMORE!
    …per le Sue creature .

    Mi piace

  2. Grazie

    Anche Teresa e Caterina non parlano che di Cristo, il loro Cristo non mi contagia . Il linguaggio teresiano e cateriniano sono pure incarnazioni , avatar sonori di Cristo. Il Cristo incarnato in quel latte di parole , in quella madre sintattica , è un Dio vero, vero fin dove arriva la possibilità e la potenza di quel linguaggio, che ha un limite umano. Loro due sono linguaggio e anima. Attraverso l’anima e il linguaggio , portano al di là dei giorni e della storia cristiana un frammento che non si corrompe in visione angelica.

    (Guido Ceronetti) Inviato da iPad

    >

    Mi piace

  3. “Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca.”
    Lo S.S. arde d’amore e brucia tutto il resto…tanto che qualcuno azzardò a dire: alla fine, del male ne farà un falò e tutti saremo salvi …facendo allibire quelli del giudizio…

    Mi piace

  4. Bellissimo questo “mattutino” infuocato, con Cocteau e Francesco insieme. Mi colpisce particolarmente anche perché ho fatto ricorso alle stesse immagini – incendio e fuoco – nel post che ho finito ora di scrivere per la serie “Educazione sentimentale” e che pubblicherò a breve…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.