Avere o essere


Il sentimento, oggi, è sopravvalutato. Se non sento, è un dramma. Madre Teresa ha sperimentato l’aridità per lunghi anni, ma non per questo ha perso la fede. A noi, cinque minuti bastano per scoraggiarci. La chiave è la profondità: non sentire significa non essere in comunione con Gesù? Lui è presente anche quando le cose vanno male. Decisivo non è avere problemi, ma essere nella pace di Cristo, che non viene meno neanche sulla croce.

4 pensieri su “Avere o essere

  1. Il sentimento è un’emozione relativa, che va e viene, ed oggi la fa da padrone per cui…il legame tra madre e figlio va oltre malgrado…e anche se fosse…Lui non ci abbandona…la pace che Lui ci dà è quella fiamma di Amore che arde e brucia tutte le scorie che si presentano lungo il nostro cammino…questa è la vita di cristiano…ma veramente seguiamo Cristo?

    Piace a 1 persona

  2. “Se in me non si sviluppa un’affettività che sa cogliere nel dolore, nelle umiliazioni tutte ed in ogni altra contrarietà, un’occasione d’amore con Cristo e in Cristo e non gioisco interiormente di patire con Cristo in quella determinata situazione affliggente che sto vivendo, non potrò mai comprendere il sogno del Padre su di me”

    Da un testo sul discernimento ignaziano

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.