La poesia dei mondiali di calcio. Bizzotto, Dietschy, Beccatini, Varecchione: libri in tema


di Guido Michelone

Il campionato è in dirittura d’arrivo, con la finalissima a Mosca e poi, per altri quattro anni, non si parlerà più dei Mondiali di Calcio, ritenuti dagli esperti in materia il non plus ultra del gioco del pallone. Già, la sfera di cuoio, ovvero il football (per gli Americani, il soccer), messo a punto dagli Inglesi a metà Ottocento, ispirandosi ai tornei del rinascimento fiorentino. Quello che da molti viene considerato lo sport più bello e perfino lo spettacolo più esaltante sulla faccia del Pianeta, per altri è un inutile passatempo o addirittura un fastidio. Il Calcio con la C maiuscola, insomma, divide la gente come al tempo dei liberi comuni medievali le due fazioni di Guelfi e Ghibellini, favorevoli e contrari. Non esistono vie di mezzo: lo si ama o lo si odia.
Tuttavia, ci sarebbe un modo (serio, ma anche utile e dilettevole) per conciliare i due partiti: conoscerne la storia, intrecciandola con le vicende sociali, politiche, culturali, ideologiche degli ultimi cent’anni. Ed è quanto fanno alcuni libri, usciti in occasione di Russia 2018, per la ventunesima edizione del campionato del mondo, dal 1930 a oggi. Ci sono, in particolare, quattro testi che possono sedurre tanto lo sportivo e il tifoso quanto il lettore estraneo o indifferente verso Nazionali e giocatori.
Il primo, Il giro del mondo in una coppa, di Stefano Bizzotto tratta specificamente dei Mondiali ma in un’ottica insolita, evidenziando, per ogni torneo dal 1930 al 2014, un calciatore il cui caso umano trascende il discorso agonistico, per farsi specchio di un’epoca, sfociando in problemi esistenziali, diplomatici, governativi, antropologici, con una perfetta documentazione un’eccellente prosa da giornalismo sportivo d’altri tempi. Dai mondiali all’intero sistema ‘pallonistico’ è invece il secondo Storia del calcio, di Paul Dietschy, corposo trattato di un docente francese di Storia Contemporanea, il quale fa capire come la fortuna di questo gioco modifichi l’assetto del XX secolo, senza mai trascurare, a livello di contenuti, una puntuale esposizione di elementi tecnici.
Di agile lettura è invece il terzo, L’attacco Maravilla, di Lorenzo Beccatini, che racconta le imprese di sei celebri attaccanti, tanto geniali sul campo quanto sfortunati nella vita: Garrincha, Varela, Sivori, Meroni, Best (di cui solo cinque presenti ai Mondiali e solo due effettivamente vittoriosi), esaltandone le gesta più o meno eroiche. Infine il quarto, Yankee ’46, di Enrico Varecchione, è puro fantacalcio: singolarissimo romanzo scritto come un resoconto cronachistico o reportage sportivo. L’autore, che vive fra Italia, Svezia, Ungheria (tutte Nazioni dove il calcio fa scuola in varie epoche), immagina che i Mondiali vengano disputati un anno dopo la fine della seconda guerra mondiale; come si sa il torneo, previsto ogni quattro anni, dopo l’edizione del 1938, viene sospeso fino al 1950: nel 1942 il conflitto è in pieno corso in Europa, nel Nord Africa e nell’Oceano Pacifico, mentre nel 1946 lo svolgimento è di fatto proibitivo, salvo nella mente fervida dell’autore che inventa con precisione maniacale.
Con questi quattro libri si può parlare di ‘poesia dei mondiali di calcio’: per i favorevoli saranno una conferma (ma anche un arricchimento intellettuale), per i contrari, forse, un momento per avvicinarsi al gioco, o comunque per capirne l’importanza.

BECCATINI LORENZO, L’ATTACCO MARAVILLA. STORIE DI UN CALCIO ROMANTICO,CLICHY, FIRENZE, 2017.
BIZZOTTO STEFANO, IL GIRO DEL MONDO IN UNA COPPA. PARTITE DIMENTICATE, MOMENTI INDIMENTICABILI DELL’AVVENTURA MONDIALE, IL SAGGIATORE, MILANO, 2018.
DIETSCHY PAUL, STORIA DEL CALCIO. SAGGISTICA, PAGINAUNO, VEDANO AL LAMBRO, 2014.
VARECCHIONE ENRICO, YANKEE ’46. STORIA DI UN MONDIALE MAI GIOCATO, EPOKÉ, NOVI LIGURE, 2016.

[nell’immagine: Stefano Bizzotto]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...