Contare


Contare fino a dieci è una bella invenzione. Siamo troppo precipitosi, e così commettiamo tanti errori. Perché non lasciare alla grazia il tempo di fare il suo lavoro? Quanti migliori esiti vedremmo! Potremmo imparare a offrire l’intervallo temporale, approfittarne per rivolgerci a Gesù, con premura e tenerezza. Lui ci aspetta: attende per anni che qualcuno lo degni di un pensiero, di uno sguardo. Ed è attratto irresistibilmente dall’umile che ne invoca la presenza.

7 pensieri su “Contare

  1. L’istinto prevale…malgrado ci prepariamo per affrontare un certo evento …al momento salta tutto…è necessario un bel percorso e insieme a Lui tutto è più facile…

    Mi piace

  2. “Guardate, fratelli, l’umiltà di Dio, e aprite davanti a lui i vostri cuori; umiliatevi anche voi, perché siate da lui esaltati ”

    S. Francesco d’Assisi

    Mi piace

  3. Forse qualcuno non ha più la pazienza in una attesa in cui tutto sarà deciso in un tempo indecifrabile,un tempo che non si riesce più a misurare…”Quando vedrete accadere queste cose,io non sarò più tra voi” mi sembra aver letto da qualche parte!(più o meno…)
    E allora tutto diventa urgente!
    Si entra nell’idea del “carpe diem” ;
    dove ogni obiettivo diventa di massima urgenza ,
    e la clessidra della vita non offre il ritmo necessario per raggiungerlo.
    Tuttavia non sarebbe una cattiva idea, non fermarsi a contare fino a dieci, ma magari far scorrere tra le dita dieci grani senza conta…che sicuramente ci avvicineranno  a quella Grazia che ci porta a pensarLO,a cercarLo, ad invocarLO,in una attrazione non già fatale, ma “fetale”…da figli che sempre LO cercano!

    Piace a 1 persona

  4. Buongiorno Mi sembra la migliore cosa contare fino a dieci e rivolgermi a Gesù, io sono precipitosa, questo sarà un buon esercizio di fede e di felicità. Grazie Ernestina

    Inviato da iPad

    >

    Mi piace

  5. “L’uomo deve arrivare a questo, a superare l’istinto per arrivare alla spontaneità. La spontaneità presuppone anche l’uso dell’intelligenza e della volontà (…) Contro prova: provate a non far vivere istintivamente una persona istintiva: l’avete distrutta. Questa è la dimostrazione che quella persona non è libera”.

    Don Mario Torregrossa

    Piace a 1 persona

  6. In un atteggiamento di silenzio l’anima trova il percorso in una luce più chiara, e ciò che è sfuggente e ingannevole si risolve in un cristallo di chiarezza.
    (Gandhi)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.