Passaggio

Cerchiamo di vivere la relazione con Gesù “come se fosse vera”, ma, dice il Cristo alla Bossis, arriva il momento in cui l’immaginazione lascia il posto alla certezza della fede. Che ci sei, che sei qui, che ciò è per me, è al di là di ogni possibile dubbio. Questa è la bellezza che rovescia il mondo, di cui tanto si parla ma che, prima o poi, bisogna vivere.

3 pensieri su “Passaggio

  1. Antico e nuovo “Pesach”
    Il Memoriale EUCARISTICO (C.rom.)
    Ascolto e Letture dei  Sacri Testi ci portano a vivere dentro una dimensione
    dove puoi scoprire la veridicità della Rivelazione;
    E dalla tradizione orale  ottieniamo le risposte a quelle domande che nascono nello stupore o incredulità o dubbi su certi fatti,che sono i fondamentali, il deposito della fede.
    L’Antica Scrittura,poetica e profetica ,ci apre alla storia della NUOVA SCRITTURA, vissuta ed esposta nei fatti,offrendoci tutti i dati che  garantiranno la VENUTA di DIO tra gli uomini.
    Il popolo ebraico e’ erede di quella Antica Alleanza che “IO SONO” ha voluto stringere con la prima umanità;fino all’anno zero.
    Il primo testamento,attraverso gli scritti ispirati ai profeti dallo SPIRITO di DIO ci prepara a quella Rivelazione dove EGLI,il Creatore, vuole manifestarsi alle sue Creature,e lo fa nella maniera più semplice e comprensibile a qualsiasi essere umano:
    non nella potenza di gesti eclatanti,accompagnato da tuoni, fulmini,o fuochi pirotecnici,ma nella semplicità di una nascita,  che tra l’altro, la tradizione ci riporta piuttosto travagliata!
    E qui inizia,prende forma,prende CORPO Colui che sarà la REDENZIONE per ogni uomo-figlio di Dio.
    Nel Memoriale eucaristico il popolo di Dio,i Cristiani,vivono il proprio HAGGADH dove GESÙ, il Cristo, (DIO MANIFESTATOSI UOMO)stipula la NUOVA ed ETERNA ALLEANZA,in una forma inedita e unica per l’umanita, offrendosi alla morte di croce;offrendo nella FRACTIO PANIS il Suo corpo spezzato e nel CALICE del SUO SANGUE versato ,da capro espiatorio per il nostro riscatto dal peccato, che altro non è,il peccato,che quella falsa alleanza che l’uomo stipula con se stesso: tutti i peccati che esistono al  mondo,che ci portano alla morte dell’anima,del nostro essere spirituale;l’alleanza che l’uomo sottoscrive con il diaballo .E’ la stessa che GESÙ rifiutò, nonostante i quaranta giorni vissuti nel deserto,dove fame, sete, calura, uniti a potere e possesso promessi dal separatore gli avrebbero garantito, nella soddisfazione della carne, benessere da beautyfarm, ricchezza,e regalità terrena.
    Nel rifiuto di tanto allettanti regali noi restiamo conformi allo  Spirito di cui il Creatore ,con il Suo soffio,ci ha voluto fornire alla nascita per renderci “connectable”
    con Lui stesso.
    Ma solo tutto ciò che è  buono  viene da Dio,perché è tutto donato, senza richiesta di contropartita;offerta ai suoi figli
    che cercano nel Suo Amore la Grazia e la Salvezza per la vita definitiva …tutto il resto ..è noia !
    …e chiedo scusa per la logorrea😞😵😔

    Mi piace

  2. arriva il momento in cui l’immaginazione lascia il posto alla certezza della fede

    Se è Gesù a dirlo, in una rivelazione privata riconosciuta dalla Chiesa, allora possiamo crederci!
    E’ una certezza davvero molto consolante.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.