Billy Collins ( USA, 1941) : The First Geniuses

It is so early almost nothing has happened.
Agriculture is an unplanted seed.
Music and the felt hat are thousands of years away.
The sail and the astrolabe, not even specks on the horizon.
The window and scissors: inconceivable.

But even now, before the orchestra of history
has had time to warm up, the first geniuses
have found one another and gathered into a thoughtful
group.
Gaunt, tall and bearded, as you might expect,
they stand outlined against a landscape of smoking
volcanoes

or move along the shores of lakes, still leaden and unnamed,
or sit on high bare cliffs looking like early arrivals
at a party the earth is about to throw
now that the dinosaurs have finally cleared the room.

They have yet to discover fire, much less invent the wheel,
so they wander a world mostly dark and motionless
wondering what to do with their wisdom
like young girls wonder what to do with their hair.

Once in a while someone will make a pronouncement
about the movement of the stars, the density of silence,
or the strange behavior of water in winter,
but there is no alphabet, not a drop of ink on earth,
so the words disappear into the deep green forests
like flocks of small, startled birds.

Eventually one of them will come up with the compass
or draw the first number in sand with a stick,
and he will let out a shout like Archimedes in his tub
and curious animals will look up from their grazing.

Later the water screw and the catapult will appear;
the nail, the speedometer and the bow tie will follow.
But until then they can only pace the world gravely,
knowing nothing but thrumming of their minds,
not the whereabouts of north or the notion of zero,
not even how to sharpen a stone to a deadly point.

I primi geni

E‘ ancora così presto che quasi nulla è successo.
L’agricoltura è un seme non ancora piantato.
La musica e il cappello di feltro sono ancora lontani migliaia di anni.
La vela e l’astrolabio non spuntano nemmeno all’orizzonte.
Finestre e forbici: impensabili.

Ma perfino ora, prima che l’orchestra della storia
avesse avuto il tempo di scaldarsi, i primi geni
si sono trovati in un gruppo
di pensatori.
Magri, alti e con la barba come ci piace immaginare,
sagome contro un paesaggio di vulcani
fumanti

o si muovono sulle rive dei laghi, color piombo, senza nomi,
o siedono sulle rocce spoglie, sembrano i primi arrivati a una festa
che la terra sta preparando
ora che finalmente i dinosauri sono scomparsi.

Devono ancora scoprire il fuoco, inventare la ruota,
camminano in un mondo oscuro e immobile,
chiedendosi cosa fare della loro saggezza
come delle ragazze che si chiedono cosa fare dei loro cappelli.

Ogni tanto qualcuno farà un commento
sul movimento delle stelle, la densità del silenzio
lo strano comportamento dell’acqua in inverno,
ma non c’è un alfabeto, nessuna goccia di inchiostro
e così le parole scompaiono nelle grandi foreste verdi
come stormi di piccoli uccelli spaventati.

Un giorno qualcuno inventerà la bussola e qualcun’altro
disegnerà con un bastone il primo numero nella sabbia,
e gli scapperà un urlo come ad Archimede nella vasca
e gli animali curiosi alzeranno lo sguardo.
Più tardi l’elica e la fionda appariranno;
l’ago, il tachimetro e l’arco seguiranno.
Ma ancora si cammina sulla terra silenziosamente,
ascoltando soltanto il rumoreggiare della propria mente,
nessuna nozione di nord, nessuna nozione di zero,
ancora non si sa come affilare una pietra al punto da essere mortale.

Traduzione: Stefanie Golisch
Quadro: Sir Henry Reaburn: Reverend Robert Walker

Un pensiero su “Billy Collins ( USA, 1941) : The First Geniuses

  1. Pingback: Billy Collins ( USA, 1941) : The First Geniuses — La poesia e lo spirito | l'eta' della innocenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.