Buona lettura 17: “Artigianato sentimentale”, di Gabriele Borgna

“BUONA LETTURA” 17. “Artigianato Sentimentale“. Gabriele Borgna

Buona lettura è una rubrica curata da Mara Pardini. Uno spazio per “assaggiare” libri buoni, ovvero utili, piacevoli, intelligenti, capaci di lasciare un segno nell’immaginazione di chi li sfoglia.
Un taccuino per catturare le impressioni, i messaggi e le parole che escono di pagina in pagina ma anche per incontrare scritture nuove e legate all’attualità.
Un angolo per parlare di libri e condividere il gusto di una buona lettura.

È la vita della poesia, quella che dapprima si presenta profonda, delicata, silenziosa per poi animarsi mossa dalla passione e scrosciare con forza sulla realtà, sul tempo e sullo spazio, “squarciando viscere e ragione“.

Un’invenzione libera, quella di Gabriele Borgna in Artigianato sentimentale (puntoacapo CollezioneLetteraria) per una poesia che si rimescola all’esistenza e dove trovano posto momenti vitali, incanti d’amore che producono vibrazioni ma anche immagini lancinanti, capaci di ospitare l’inatteso.

La pacatezza che proviene dallo sguardo di Borgna produce rapidi tuffi nell’ineffabile dello spirito vitale, spesso sbaragliato da una concretezza di situazioni che assicurano verità, come in un “onirico paese / fatto di frontiere“.

Quello dell’Artigianato sentimentale è un mondo di “nuvole / cariche d’incognite“, di “fiori delicati (che) rieducano a carezze più vere“, di un mondo dove il “tramonto chiacchierato dai merli” permette di sentirsi “sereni” proprio “mentre il giorno agonizza e si stempera / a poco a poco al di là della collina“.

È la scoperta della natura, del cosmo, del giorno che passa con un nuovo respiro.

La cornice del racconto si dipana di verso in verso mostrando come i sentimenti personali riescano ad aprirsi ai molteplici aspetti del reale, racchiudendo, come sottolinea Giuseppe Conte nella prefazione, gocce di malinconica empatia che rendono più vero l’apprezzamento del cosmo e del suo mutevole spettacolo.

L’energia che muove i versi di Borgna, la capacità di sfiorare il lato inquieto delle cose, permette di richiamare l’immensità e la profondità dello spirito, grazie anche ad una poesia che vive della forza linguistica ed espressiva dei singoli tratti.

Lo sguardo di Borgna si rivela sempre spostato un poco più avanti, proprio come “l’oceano, un eterno flusso senza fine” ingloba il segreto delle cose: non bagliori di qualche cosa d’altro ma ferma trasparenza delle vibrazioni che animano il reale e di una solitudine personale che diventa, per così dire, condivisa.

Accogliamo quindi l’invito di Giuseppe Conte a leggere ad alta voce la raccolta d’esordio di questo giovane scrittore: coglieremo con più forza la testimonianza di una riuscita “avventura /tra distese di sabbia e venti di rabbia“.

Mara Pardini

 

GABRIELE BORGNA

Savona, 1982. Vive a Porto Maurizio (Imperia). È membro dell’associazione culturale “Mondo Fluttuante” con sede in Sanremo. Suoi testi sono presenti su siti letterari e ha ottenuto premi, menzioni d’onore e segnalazioni ai concorsi: Festival Della Cultura Mediterranea (2014), Concorso Internazionale di Poesia “Parasio” (2015 e 2016), Premio Nazionale di Poesia Inedita “Ossi di Seppia” (2016). Inoltre è stato giudicato tra i migliori autori under 35 dalla Biennale di Alessandria (2016). Questa è la sua raccolta d’esordio

2 pensieri su “Buona lettura 17: “Artigianato sentimentale”, di Gabriele Borgna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.