Dietro le quinte

Che effetto fanno le nostre parole? A volte siamo pessimisti, pensiamo che si perdano nel nulla. Poi ci accorgiamo che qualcosa è rimasto, non per nostro merito, ma perché Qualcuno, dietro le quinte, ha suggerito.

3 pensieri su “Dietro le quinte

  1. (Per gentile concessione di Fabrizio Maria Leopoldo Centofanti);a termine di questo anno di incontri.
    《Grazie》,con sottobraccio l’abecedario del buon cristiano:
    “Credo, Spero,Amo”.

    Più volte abbiamo parlato di Progetto con la p maiuscola. E’ il disegno di Dio, per il credente; l’offerta della vita per l’ateo e l’agnostico, aperti ai valori che danno dignità e spessore all’esistenza. Ciò che è richiesto è la fiducia in qualcosa più grande di sé, la risposta e l’assenso personali. Tale atteggiamento presuppone una forma di preghiera, implicita o esplicita, una sorta di ottimismo che confida nella crescita dei dati di partenza. L’idea di salvezza, tipicamente cristiana, può essere associata a chiunque abbia a cuore il viaggio iniziatico verso la propria identità profonda, quello che Jung definiva processo d’individuazione. Dio benedice gli sforzi di chi non si accontenta della superficie, di chi si sente scelto – dal Cielo o dal destino – per vivere davvero l’avventura umana. Le parabole evangeliche dei talenti e delle mine incarnano un valore universale: siamo noi coloro che moltiplicano i doni ricevuti o quelli che li seppelliscono: per paura, pigrizia, infingardaggine. Ritrovarsi tra i primi non è un privilegio della sorte, ma il frutto di una salda fedeltà a se stessi, raggiunta, magari, dopo aver attraversato i labirinti di passioni e tentazioni, l’abisso che separa il bene e il male, il vero e il falso. Un cammino tormentato produce carismi straordinari, per la legge del medico ferito, più disposto a comprendere e ad assistere chi s’è perso nei drammi della vita. Il dono, in questo modo, diventa servizio, speranza contagiosa nelle risorse inesauribili dell’uomo. E’ l’ottimismo del credente, dell’artista, del poeta, il quale “sa che i sentieri sono tutti impossibili, per questo li percorre nella notte, calmo” (Federico Garcia Lorca, Questo è il prologo). Convinzione e responsabilità sono i tratti che caratterizzano l’amante della vita, d’ogni tempo e latitudine, come segnarono il passaggio intenso, sulla Terra, del Profeta di Nazaret. Ciò nasce da un’idea di libertà come adesione a una verità riconosciuta e amata a tutti i costi, pagando, spesso, un prezzo che per altri è troppo caro.

    Piace a 3 people

  2. “Come la pioggia e la neve scendono dal cielo e non vi ritornano senza aver annaffiato la terra, senza averla fecondata e fatta germogliare, affinché dia seme al seminatore e pane da mangiare, così è della mia parola, uscita dalla mia bocca: essa non torna a me a vuoto, senza aver compiuto ciò che io voglio e condotto a buon fine ciò per cui l’ho mandata”

    Noi siamo suoi figli, pertanto…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.