Marisa Salabelle, “L’ultimo dei Santi”

Recensione di Barbara Panelli

Marisa Salabelle, L’ultimo dei Santi, Tarka Edizioni 2019, collana “Appenninica”

Il nuovo romanzo di Marisa Salabelle, L’ultimo dei Santi, si riallaccia idealmente alle vicende di quello precedente “L’estate che ammazzarono Efisia Caddozzu” (Piemme edizioni), riproponendo la figura del giornalista Saverio nuovamente alle prese con un’indagine da condurre in parallelo a quella ufficiale portata avanti dal commissario Borghi. Questa volta i morti sono tre: tre fratelli deceduti a breve distanza l’uno dall’altro in circostanze apparentemente accidentali. Il personaggio di Efisia è richiamato alla memoria in un breve passaggio, per poi non essere più citato: solo un espediente per fornire un aggancio al lettore che già conosce il romanzo precedente.

Non si tratta di un giallo in senso classico, infatti una grande attenzione è riservata alla caratterizzazione dei personaggi, al loro vissuto, e alle dinamiche sociali dell’ambiente in cui i fatti si svolgono. Un immaginario paese, Tetti, sull’Appennino in provincia di Pistoia, fa da sfondo alla vicenda delittuosa, al racconto della vita intima del giornalista detective, e alle storie minori dei suoi abitanti, cui si affiancano quelle dei cittadini che vi si recano per brevi soggiorni estivi. Vicende legate allo sfruttamento del territorio, alla speculazione edilizia, e al difficile rapporto con il diverso – rappresentato nel caso specifico, dalla comunità degli Elfi – intrecciano la linea narrativa delle indagini sui “soliti sospetti”, delle supposizioni, della ricostruzione dei fatti sulla base degli indizi man mano disseminati e infine collegati l’un l’altro. Il ritmo è buono anche se non incalzante come ci si aspetta da un giallo strettamente inteso, ma, forse per questo, è maggiormente reale. Lo spazio dedicato alle digressioni, che restano comunque funzionali alla storia, è equilibrato e arricchisce il testo. La scrittura è fluida e precisa. Ai personaggi ci si affeziona. Quello del giornalista Saverio è riuscito: al termine della lettura ci si augura di leggere di future sue indagini. Già solo quest’ultimo aspetto, come sanno gli amanti di narrativa seriale, è un successo.

Marisa Salabelle è nata a Cagliari il 22 aprile 1955 e vive a Pistoia dal 1965. È laureata in Storia all’Università di Firenze e ha frequentato il triennio di Studi teologici presso il Seminario vescovile di Firenze. Dal 1978 al 2016 ha insegnato nella scuola italiana. È una delle animatrici della libreria indipendente Les Bouquinistes di Pistoia. Nel 2015 ha pubblicato il suo romanzo d’esordio, L’estate che ammazzarono Efisia Caddozzu (Piemme), con cui ha ottenuto significativi riconoscimenti.

“Appenninica”

collana diretta da Paolo Ciampi e Marino Magliani

Una nuova collana – e insieme un progetto ambizioso non solo editoriale – per raccontare l’Appennino, colonna vertebrale d’Italia e incredibile fucina di culture, tradizioni, storie, ma ancora poco presente nei cataloghi e nelle librerie italiane. La propone Tarka, casa editrice toscana con sede in Lunigiana, a Mulazzo (Pontremoli), che da anni sta battendo la strada della qualità e dell’innovazione per reagire alla crisi del mercato. L’ultima sfida è appunto questa collana, la cui cura è affidata a due scrittori quali Paolo Ciampi e Marino Magliani, particolarmente attenti alla narrazione dei luoghi.

“Un progetto – spiegano Ciampi e Magliani – che intende coltivare diverse ambizioni. Daremo voce a tutto ciò che è e può rappresentare, anche per il futuro, l’Appennino, malgrado nel nostro immaginario le montagne italiane siano piuttosto le Alpi. Guarderemo alla buona qualità di scrittura, puntando a storie che meritano di essere raccontate, col romanzo ma anche col reportage, passando per i vari generi. Cercheremo autori contemporanei di valore, ma tenteremo anche di riproporre titoli fuori catalogo e autori che vale la pena recuperare.  E infine, speriamo di far leva sulla collana anche per creare una presenza e un punto di riferimento per tutti coloro che, con le loro attività, stanno provando a rilanciare i luoghi appenninici”.

Il primo titolo di Appenninica appena uscito in libreria. È L’ultimo dei Santi di Marisa Salabelle, scrittrice sarda da molti anni trapiantata a Pistoia, dove è una delle animatrici della libreria Les Bouquinistes. In passato uscita con editori quali Piemme, per Appenninica propone ora un romanzo giallo ambientato sulla Montagna pistoiese. Va comunque precisato che l’interesse di Appenninica va ben oltre l’Appennino Tosco-Emiliano, con l’obiettivo di mettere radici in tutto l’Appennino – forse sarebbe meglio al plurale, gli Appennini – fino all’Abruzzo e alla Calabria.

Della squadra di Appenninica fanno parte anche Virginio Sala e Franco Muzzio, editori di Tarka, impegnati nell’editoria fin dagli anni Settanta. Collaboreranno per la grafica e la comunicazione Emanuela Dell’Orco e Emanuela Luisari.

I CURATORI DI COLLANA

Paolo Ciampi, giornalista e scrittore fiorentino, indaga nelle pieghe della storia e racconta viaggi lenti, con particolare amore per gli Appennini. Si impegna nella promozione della lettura, anche nelle scuole. Gli ultimi suoi libri sono L’ambasciatore delle foreste (Arkadia) e Gli occhi di Firenze (Bottega Errante)

Marino Magliani è ligure, della Val Prino, Vive in Olanda. Narratore e traduttore, negli anni ha ottenuto importanti riconoscimenti a livello nazionale. Il suo ultimo romanzo è Prima che te lo dicano altri (Chiarelettere, 2019)

 

 

5 pensieri su “Marisa Salabelle, “L’ultimo dei Santi”

  1. Pingback: Marisa Salabelle, “L’ultimo dei Santi” | marisa salabelle

  2. Hai fatto benissimo a pubblicizzare il libro di Marisa Salabelle: oltre a essere una brava scrittrice e una donna di grande acume e sensibilità, è soprattutto una persona buona, e ti assicuro che una bontà genuina come la sua è davvero difficile da trovare.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.