Passaggio

Ogni tanto, Dio chiede un sacrificio. Obiezione: a me lo chiede ogni momento! Sì, il sacrificio è un mistero, il segno del passaggio da uno stato all’altro, dall’eros all’agàpe, dalla natura alla persona.

4 pensieri su “Passaggio

  1. Un giorno, un uomo pronunciò la frase: “Vuoi salire?”. Quell’uomo sarebbe stato la sua guida, il suo maestro e amico per decenni. L’unico capace di prenderlo, di strappargli un sorriso nascosto nelle pieghe più intime dell’anima.
    Quell’uomo salì al cielo, alla fine di una dura scalata, ma non volle rimanere lassù, a godersi il frutto delle sue fatiche, perché il piccolo poeta era rimasto nel suo cuore, e per niente al mondo lo avrebbe abbandonato. Gli volle donare il suo segreto più importante, ciò che gli mancava per poter proseguire la salita. “La mia arma è la Croce”, gli disse. “In vita non te l’ho confidato, perché è dolorosa da portare. Ma adesso, da quassù, vedo tutto molto più nitidamente, e ti aiuto ancor meglio di quando ero vicino. Prendila, impugnala con forza e con coraggio, senza indietreggiare. Io ti sostengo, fidati, non potrai cadere. Solo così potrai sciogliere il tuo cruccio, e i tuoi occhi saranno illuminati. Guarda avanti: ti vedi? Sei sotto la croce, col viso finalmente sereno, l’abito ha cambiato colore, è così candido! Sì, sei sempre tu: ma quanto trasformato!”.
    “L’amore è più forte della morte”, diceva quell’uomo. Si era dato fino in fondo, mantenendo le promesse. Perché non credere che le avrebbe mantenute ancora…
    da:”Il piccolo poeta triste”(qui sul blog)

    "Mi piace"

  2. Ecco perciò come il “sacrificio” assume il connotato contrario al luogo comune:”sacer facere” ;cioè fare qualcosa di sacro, che certamente renderà premio nel “gratificare”, dove si potrà “riscuotere” la gratia-ficare”(ottenere gratitudine)

    "Mi piace"

  3. Mi affiora sulle labbra quel che dissero i discepoli nel Vangelo: “Sono dure queste parole”.
    Gesù , come sappiamo, replico’: “Volete andarvene anche voi?”.
    Vorrei poter sempre rispondere come fece Pietro: “Signore da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna”.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.