Un anticipo

Sappiamo che il grazie è la preghiera per antonomasia: sarà l’attività del paradiso. Forse per questo Gesù dice a Gabrielle di chiedere aiuto a Maria nel rendimento di grazie, perché in questo troverebbe una grande gioia. Un anticipo di cielo.

5 pensieri su “Un anticipo

  1. Il terzo punto del progetto spirituale per il 2020 è proprio il Rendimento di Grazie. Vivere nella gratitudine a Dio e verso il prossimo. il Grazie è un’ottima terapia spirituale. Allieta il cuore di chi lo pronuncia e rende felice chi lo riceve. C’E’ PIU’ GIOIA NEL DARE CHE NEL RICEVERE
    aggiungo … E VICEVERSA

    "Mi piace"

  2. verissimo Hellomitico. Ma se diamo con gioia solo ad alcuni e niente ad altri sempre non pretendendo niente, c’è qualche incongruenza in ciò che si fa. Chi opera a metà non tende la mano di Dio….

    "Mi piace"

  3. Per cambiare l’altro, devo prima cambiare io. Faccio per prima/o ciò che vorrei che altri facessero a me. Se altri danno solo ad alcuni, do io a tutti. Non posso insegnare all’altro se non con il mio esempio. Se aspetto che il mondo cambi muoio senza cambiarlo. Il mondo è tondo…. Ma posso iniziare a cambiare io, cambiare me stessa/o che faccio parte di questo mondo tondo.
    Voglio un mondo diverso? Inizio a cambiare io. Come? Vedere l’altro non com’è ma come vorrei che fosse, relazionarmi pensando in modo diverso. Allora godrò il bello …

    "Mi piace"

  4. Aggiungo:

    COME RITROVARE, IN 6 PASSI, UNA VISIONE POSITIVA DELLA VITA

    1. Ricordare che Dio ci ha creati a sua immagine. Lui è bello, buono e vero: in qualche modo, dunque, dobbiamo esserlo anche noi.
    2. Per la stessa ragione, siamo impastati di valori: giustizia, verità, libertà. Sono come tasti di un piano, che possiamo suonare per rendere armonica la vita.
    3. Questi elementi costituiscono la nostra struttura vitale, ma sono insidiati dai loro contrari: menzogna, cattiveria, bruttezza, ingiustizia, costrizione.
    4. Sulla struttura originaria si innestano le virtù donate da Dio, e per questo dette teologali: la fede, la speranza, la carità. Esse ci espongono all’azione potente della trascendenza divina.
    5. Ogni mattina possiamo scegliere: aderire a ciò che è vitale o andare verso ciò che è mortale. La musica dipende da noi: armoniosa o stridente, a seconda dei tasti che battiamo.
    6 LA VITA, DUNQUE, E’ L’ARTE DI TOCCARE LE CORDE GIUSTE, GUIDATI DA UN DIRETTORE D’ORCHESTRA D’ECCEZIONE: DIO

    DON FABRIZIO C
    08 APRILE 2019

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.