L’ultimo giorno

Oggi è l’ultimo giorno di vita, per Terenzio. La sveglia è alle cinque e un quarto, come sempre, ma apre gli occhi prima che squilli. L’ha puntata per non perdere un minuto del tempo che gli resta. Come ogni mattina, legge un pensiero religioso, poi strappa la pagina del calendarietto: ha un sussulto al pensiero che sia l’ultima. La guarda diversamente dalle altre, come fosse “la sua”. In effetti è così: il giorno che vai via è il tuo giorno, il dies natalis, dicevano i Padri, il giorno natalizio.

Si lava, si siede a colazione, gustando i due biscotti col latte come mai gli era successo. Il sapore dell’ultimo giorno è il migliore in assoluto. Vorrebbe uscire, ma non può, perché c’è il virus che gira al posto suo. Chissà se c’è un ultimo giorno anche per lui. Terenzio ha deciso di telefonare alle persone con cui ha avuto qualche incomprensione; gli dispiace che pensino a lui come a uno che ce l’ha con loro. Poi sbircia il libro che lascerà incompiuto: si cruccia per l’idea di non correggerlo, ma nell’ultimo giorno è così, a qualcosa bisogna rinunciare. Lo rivede finché può: ha sempre ritenuto che fare del suo meglio fosse l’unico modo per non soccombere ai sensi di colpa. La preghiera l’ha rimandata a ora, che è libero da impegni: è l’ultima, non ammette distrazioni. A Gesù confida i sentimenti, come sempre. È una vita che gli racconta tutto, e non se n’è pentito. Senza contare che, tra un poco, si vedranno di persona. Il pranzo è curato, ha preparato le cose che gli piacciono: pennette al salmone, pesce spada e cicoria ripassata. Anche il vino è il preferito: il Brunello, comprato poco prima che le file diventassero impossibili. Il pomeriggio leggiucchia qualche libro. Passando in rassegna gli scaffali, ne trova uno che non può ignorare: Se avessi un solo giorno ancora da vivere. Lo sfoglia un po’, ma rimane insoddisfatto: è troppo complicato per una cosa così semplice. Il resto delle ore lo trascorre nei saluti ai parenti e agli amici, rivolgendo a ognuno una parola di conforto. Riesce a mettersi nei loro panni, conservando al tempo stesso l’emozione per la sua singolare circostanza. Tra una cosa e l’altra, è il momento di andarsene a dormire.Ha deciso di assopirsi col Magnificat, per sentirsi un po’ più sintonizzato con quello che lo aspetta. Fa un rapido riesame: è tutto a posto. Buonanotte, ci vediamo di Là.

4 pensieri su “L’ultimo giorno

  1. Un’indicibile serenità traspira da queste parole, la naturalezza assoluta del passaggio, frutto di una fede viva, di un cuore che ha compreso, -e vissuto- quel “Se non tornerete come bambini..”.
    Bellissimo e commovente!

    Ps Siamo contenti però che si tratti di una finzione letteraria😉

    "Mi piace"

  2. Riflettevo su quale immensa saggezza sia l’esercizio di immaginare l’ultimo giorno, non a caso proposto da tutte le grandi religioni: è l’unico modo per strapparci all’illusione di un presente che sembra ammantato di eternità.

    Piace a 1 persona

  3. Al posto delle pennette, avrei fatto Farfalle al salmone e avrei aggiunto anche un po’ di panna.😋
    L’abbinamento: pesce spada con cicoria ripassata, è ottimo. Anche la scelta del vino è ottima.
    Devo dire che Terenzio ha ottimi gusti.😉

    Comunque, SOLO DIO SA QUAL È LA NOSTRA ORA. A NOI SPETTA, TENERE L’ANIMA SEMPRE PRONTA PER INTRAPRENDERE QUESTO LUNGO E SPLENDIDO VIAGGIO.
    È BELLO ADDORMENTARSI LA SERA DOPO UN ATTENTO ESAME DI COSCIENZA, E SVEGLIARSI IN PARADISO PER CONTINUARE IN ETERNO A LODARE E RINGRAZIARE DIO. RICEVERE DA LUI IL PREMIO CHE MI SPETTA.

    (…)Proteso verso il futuro, corro verso la meta per arrivare al premio che Dio ci chiama a ricevere lassù, in Cristo Gesù. Fil.3,14

    "Mi piace"

  4. c’era un film con alberto sordi e domenico modugno: ‘il giudizio universale’ mi pare, con la voce dall’alto che fin dall’aba diceva: ‘alle 18 comincia il giudizio univesale!!!!!!!!!!’… alcuni erano pronti altri no ma il film finisce bene era una commedia.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.