Biakka


di Giorgio Stella



                        L’autore dedica al dotto escretore




                                                 – 1 – Indio rinnegato alla coccarda
                                                   Dello stemma alato
                                                         Quando pioveva l’ombra
                                                              Che si mosse dal sole
                                                Tra le vacche sacre
                                                          E l’organo trapiantato
                                                                  In angelo di coro



                                                            – 2 – Votiva la possidente tagliata erba
                                                                       Rettangolare alla siepe di neve
                                               Dalle zone delle aragoste miste al ventre degl’oblò
                                                              Nel cuore degl’acquari –
                                                   La parrucca di Ester è ammucchiata tra
                                                           Las Vegas e la cremeria di spiraglio a nido
                                                             Perché il cocco rotto ha il latte di seta
                                                                 Se la porcellana sverna la conchiglia


                                                 – 3 – Dal porto la rete é breve, di rete –
                                                         Altri concimi hanno portato
                                     A riva la fava equestre mirata nella chiocciola presente –
                                          A medaglie i gettoni sono fusi creste-gondole
                                                  Somiglianti alla meticcia del poligono
                                                        Tra la betoniera e lo stagno luttino


                                          – 4 –  Il sangue del corpo ha l’anima nello Spirito Santo –
                                                          Pentito l’uomo, avanti DIO
                                          Che lo ha in patria sommerso dal palombaro
                                                         [Che] la medaglia cresca in abisso
                                                             La rosa del vento Suo tra l’airone e il faro grano turco –
                                      Lavare la latrina, il nettare da sparo, il miele d’acacia la polvere dello 
                                                                                                               [zucchero col sale da off]
                                                         


                                                                             – 5 –  Il rito del ballo da schiuma
                                                                    Giù nella miniera [—]
                                                                               Spacca il diamante
                                                                                Nella cozza a lattice tirata –
                                                                Mosso il primo attimo l’eterno ha un’ala
                                                                          Per la volta della medesima e poi raddoppia –

                                                                     Cento Rosari non compongono una Croce


                                    
– 6 – Al centro della camomilla bolle l’arciere di nebbia
Come se da un passo allo stagno l’indio
Possa o debba vedere la soluzione
Della rete – se il fiume possa la parola del pesce muto d’argilla –
Alle volte in stagione di penombra nel chiodo del mosaico
La finestra stessa la produce come si deforma in luce che trasforma
[Che] sì alla questua da baro [—]  il cilindro lattico  batte il fiasco*


– 7 – Nel chiosco la ment[]a è corretta dal giro di disco
Diagonale al faro promesso alla luce e poi ridato –
Torna bambina la forma della sfera
Tratteggiata a spigolo tra la sinistra e la destra del calcolo monco
Alla grata suina dell’arcata-ragnatela della sfinge tra mazzo e tarocco –
Vita breve concede l’eterno riposo


                                       – 8 – Tanti buchi di culo non formano una merda
                                      E ritornano alla carta igienica felpata a spina –
                                     Avanti il papiro l’osso tra l’anima e lo spirito
                                    Cambia la ruota al terzo divisore della stessa* –

                                           Dondola colibrì! che l’asta amara
                                                          Vola il becco del baco da ballo e asciuga
                                         La forca tricolore: alba giorno notte
                                              Ugualmente il latte si beve con la cannuccia


                      – 9 – Suona la campana battuta da bronzo suo
E nessuno non é niente sul tutto
Capovolto dal nulla della pietra corvina sbattuta
Dall’aldilà a qui quo qua –
Indiana la lotteria, evidente il gioco dell’oca che resta presente –
Dopo la Croce la pietra madre ha il premio Nobel…
E il discorso di presentazione fu questo:
‘ ringrazio gli astanti per la divina presenza
ma ho pescato solamente quello che essendo vivo era già rinato
senza avere il tempo di togliere le chele dal granchio e poi si sente’



                                     – 10 – A rocca di vademecum sulla polpa del corso
* Vittorio nella strada che porta alla ginestra
Estesa [   ]   lungo il miraggio di una clessidra che la candela accesa la
Metropolitana ha finalmente aperto le balle di fieno
Alla zolla mortificata non dagli astri del cielo previsti in Pisside
Ma dalla cultura elementare della vettura in essere, in essere sua.

____________________________________________________________________

[Giorgio Stella Roma 26 maggio 2020 ore 05,26 …. Tutta la notte*]








                                   
                                     




Un pensiero su “Biakka

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.