Magari

Si serve l’amore con l’amore, dice il Cristo alla Bossis, non con la paura. È l’esercizio quotidiano, instancabile di un Padre, che attende con l’impazienza di chi ama e che dà sempre una risposta, anche se sembra silenzioso. L’amore viene incontro, magari nei modi impensabili di un Dio. 

4 pensieri su “Magari

  1. Nel cammino spirituale arriva un momento in cui comprendere “i modi impensabili di un Dio” diventa fondamentale, e intercettare la sua lunghezza d’onda ineludibile.

    "Mi piace"

  2. 1* Dettagli
    Dio non può non amare. Ama certamente l’umile, chi si apre alla sua misericordia. È libero, ma è amore. Anzi, è l’Amore. C’è da fondarci una vita, su questo dettaglio decisivo.

    2* Da cosa
    Da cosa è attratto Gesù? Da un bel paesaggio? Quello l’ha fatto Lui. Da cosa, allora? Dall’anima umile, che si lascia plasmare da Lui liberamente e per amore.
    Due post del nostro caro blogger don Fabrizio;

    Un commento del follower Alfonso:

    Abbandonarsi a LUI,corpo e anima,in un circolo virtuoso; il corpo per le azioni e l’anima per le orazioni,in una attrazione “fetale”,come nuovi figli che rinascono in lui ,e renderci come Lui ci ha voluti e creati per il mondo nuovo…”a Sua immagine”…

    Ed oggi, in questo post,
    ancora una conferma a dimostrare la grandezza del Suo AMORE;
    Si manifesta alle Sue Creature, partendo con un “annuncio” in quello che celebriamo ogni 25marzo;
    Questo ci accompagna alla Letizia(domenica in Laetare)per ricordare che anche tempo di penitenza QUARESIMALE  possiamo vivere nella letizia del SUO AMORE;
    fino alla Gioia (Gaudete), dove siamo invitati a prepararci alla Grande GIOIA della nascita di Gesù, (l’unto), il Cristo.
    Il DONO di Amore per eccellenza che DIO ci potesse fare.
    Cerchiamo di percorrere la strada che Gesù stesso ci ha preparato lungo il viaggio  intrapreso nella Sua natura umana, seminando Amore, distribuendo Amore, offrendo AMORE, insegnando Amore, come un maestro che insegna ai suoi allievi.
    Fino al dono che Egli stesso fa di Sé, braccia aperte sulla croce a “prendere su di Sé il peccato del mondo”(non uno, ma ogni), incommensurabile gesto de AMORE, a sigillo di garanzia per la nostra salvezza.
    Cosa dovrà ancora fare affinché io lo comprenda?
    Andiamo incontro a questo
    AMORE ASSOLUTO, senza paure,… ma nel timore di PERDERLO…
    TIMOR di DIO!…
    (scusate la lungaggine) 🙏🙏🙏

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.