La parte giusta

Gesù vuole sentirsi a casa, nella nostra anima: il più amato, il più desiderato. Tanti, invece, non lo pensano mai, come non ci fosse. Lui li guarda con tristezza, come nell’orto del Getsemani. Dobbiamo parlare al posto loro, confidare per loro, perché accada che, per miracolo, si rivolgano dalla parte giusta.

4 pensieri su “La parte giusta

  1. È sorprendente come poche e (apparentemente) semplici parole possano esprimere pienamente la misteriosa profondità dell’amore divino.

    "Mi piace"

  2. Lo abbandoniamo, lo lasciamo solo al
    “gat-shemanin” dove prima di essere catturato si ritira a pregare, tra fronde di rami  di alberi che una settimana prima erano serviti al popolo ad acclamarlo al SUO ingresso nella città di DIO, con gli Osanna, Viva il nostro RE, Osanna al figlio di DAVIDE!
    Gesù ha continuato a  pregare nei frangenti più impossibili: da davanti alla tomba di “EL-AZAR”(LAZZARO) , o mentre era flagellato, o saliva il Calvario, o pendeva dalla croce.
    Non abbiamo abbastanza “tracce” per proporre ai “nuovi dormienti”un nuovo “Link” che li rimette in “connessione” col BELLO, col BUONO, col Vero?
    Usiamo qualsiasi mezzo per ricreare degli spazi per LUI in tutti quei cuori che si stanno appassendo come piante che presto saranno secche e non potranno più dare frutto!!! 🙏🙏🙏

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.