Giovanni Agnoloni


Giovanni Agnoloni (Firenze, 1976) è scrittore, traduttore e blogger.

Dopo la laurea con lode in Legge, si è dedicato alla letteratura e alle lingue.

È autore dei romanzi Sentieri di notte (Galaad Edizioni, 2012; pubblicato anche in spagnolo come Senderos de noche, El Barco Ebrio 2014, e in polacco come Ścieżki nocy, Serenissima 2016), Partita di anime (Galaad, 2014), La casa degli anonimi (Galaad, 2014) e L’ultimo angolo di mondo finito (Galaad, 2017), che fanno parte della serie distopico-letteraria “della fine di internet”.

Nel maggio 2017, il suo racconto lungo Il liberto è stato pubblicato da Kipple Officina Libraria.

Nel giugno 2017, il suo racconto in lingua inglese The Return è uscito sulla rivista americana “October Hill”.

Nel settembre 2017, il suo racconto Il sepolcro del nuovo incontro (già incluso in Partita di anime) viene nuovamente pubblicato nella raccolta Nuove eterotropie, a cura di Sandro Battisti e Giovanni De Matteo (Delos Digital), che raccoglie il meglio della produzione del movimento connettivista (di cui fa parte), con la partecipazione dell’autore americano Bruce Sterling. In precedenza, aveva partecipato alle antologie Avanguardie Futuro Oscuro (2010, Kipple Officina Libraria, a cura di Sandro Battisti, con la partecipazione di Valerio Evangelisti) e Noir No War (2006, Giulio Perrone Editore, a cura di Alda Teodorani e Marco Milani).

Ha inoltre pubblicato tre saggi imperniati sulle opere di J.R.R. Tolkien – Letteratura del fantastico. I giardini di Lorien (Spazio Tre, 2004); Nuova letteratura fantasy (Eumeswil/Sottovoce 2010); Tolkien e Bach. Dalla Terra di Mezzo all’energia dei fiori (Galaad, 2011) –, ed è curatore di una raccolta internazionale di articoli sul tema, Tolkien. La Luce e l’Ombra (Senzapatria, 2010).

Ospite di residenze letterarie, festival e conferenze in Europa e Stati Uniti, ha tradotto libri di Jorge Mario Bergoglio, Amir Valle, Peter Straub, Noble Smith e Christiane Taubira, e saggi su J.R.R. Tolkien e Roberto Bolaño.

Lavora con le lingue italiana, inglese, spagnola, francese e portoghese, e parla anche polacco. Studia svedese e chitarra classica.

Collabora con i blog La Poesia e lo SpiritoLankenauta e Postpopuli.

Il suo sito personale è http://giovanniagnoloni.com

 

Principali pubblicazioni:

“The Return” (racconto) (“October Hill”, Spring Issue, 2017)
“Il liberto” (racconto) (Kipple Officina Libraria, 2017)
“L’ultimo angolo di mondo finito” (romanzo) (Galaad Edizioni, 2017)
“Ścieżki nocy” (versione polacca di “Sentieri di notte”) (Wydawnictwo Serenissima, 2016)
“La casa degli anonimi” (romanzo) (Galaad Edizioni, 2014)
“Senderos de noche” (versione spagnola di “Sentieri di notte”) (El Barco Ebrio, 2014)
“Partita di anime” (spin-off di “Sentieri di notte”: romanzo breve + racconto) (Galaad, 2014)
“Sentieri di notte” (romanzo) (Galaad, 2012)
“Tolkien e Bach. Dalla Terra di Mezzo all’energia dei fiori” (saggio) (Galaad, 2011)
“Tolkien. La Luce e l’Ombra” (raccolta di saggi di cui è curatore, traduttore e co-autore) (Senzapatria, 2011)
“Nuova letteratura fantasy” (saggio) (Sottovoce, 2010)
“Letteratura del fantastico. I giardini di Lorien” (saggio) (Spazio Tre, 2004)
Una selezione di sue poesie italiane, inglesi e spagnole è stata pubblicata sulla rivista poetica americana SpinDrifter nel 2005 (Vol. 2, N° 1, Primavera 2005).

 

Traduzioni e co-traduzioni:

J. Berry, “La cassa del vaticano” (Newton Compton, 2012)
E. Paz Soldán, G. Faverón Patriau (a cura di), “Bolaño Selvaggio” (Senzapatria, 2012)
A. Valle, “Non lasciar mai che ti vedano piangere” (Anordest, 2012)
N. Smith, “La saggezza della Contea” (Sperling & Kupfer, 2012)
P. Straub, “Nel cuore segreto del male” (Anordest, 2013)
T. Carver, “The Surrogate” (Anordest, 2013)
A. Valle, “Le porte della notte” (Anordest, 2013)
T. Tereba, “Il gangster. La vera storia di Mickey Cohen, il criminale dei criminali” (Newton Compton, 2013)
M. Tyson, “True – La mia storia” (Piemme, 2013)
J.M. Bergoglio, “Siate forti nella tenerezza” (Rizzoli, 2014)
C. Moorehead, “Un treno per Auschwitz” (Newton Compton, 2014)
F. Weinberg, “Bambino n° 30529” (Newton Compton, 2014)
D.Lewis, “Cacciatori di nazisti” (Newton Compton, 2016)
G. Posner, “I banchieri di Dio” (Newton Compton, 2016)
K. Krabat, “Rosso.Niente.” (Kipple Officina Libraria, 2017)
S. Hendler, “Un mostro grazioso e bello. Bronzino e l’universo burlesco del Nano Morgante” (Maschietto Editore, 2017)
C. Taubira, “La schiavitù spiegata a mia figlia” (Baldini e Castoldi, 2017)
J. Wresinski, “I poveri. Incontro del vero Dio” (Jaca Book, 2017)
F. Ammannati, “Disponibilità di cibo e modelli di consumo alimentare a Firenze e in Toscana nell’Italia unita” (“Food availability and food consumption patterns in Florence and Tuscany in the late 19th century”), articolo inserito nel volume Florence: Capital of the Kingdom of Italy, 1865-71 (Bloomsbury Publishing, 2017)

12 pensieri su “Giovanni Agnoloni

  1. Gentilissimo Giovanni,

    sono profondamente interessata al tuo articolo intitolato “La fantasia tolkeniana e i paesaggi d’Irlanda”. da alcuni anni sono interessata a Tolkien, e coltivo da ragazzina una vera passione per l’Irlanda e tutto ciò che ne fa parte.

    Ti chieo se da parte tua è possibile inviarmi un “file” del tuo articolo.

    grazie già da ora

    MB

    Mi piace

  2. Giovanni, ciao e buona giornata.

    Ti informo di aver creato una pagina su Massimo Maggiari “alla ricerca dell’anima sacra”.

    Ho inserito un link sull tua pagina e sul video pubblicato in youtube.

    Ho riportato la poesia INUIT, molto vicina al popolo INUIT e all’Artico di cui ne seguo gli eventi da diverso tempo.
    Spero si resti incontatto. Un saluto Aldo

    Mi piace

  3. Caro Giovanni,
    ho un periodo pieno di impegni, è un po’ che non mi faccio vivo (e fra l’altro non trovo più il tuo indirizzo privato).
    Come va?
    Un abbraccio,
    Roberto RT

    Mi piace

  4. Caro Giovanni,
    pochi giorni fa ho sostenuto l’esame di letteratura italiana all’università,argomento:Orlando Furioso,Ludovico Ariosto(ovviamente),1400 e 1500 in letteratura.
    Per stupire il prof mi sono lanciata nell’approfondimento sul concetto di “fantasy” nella letteratura:a questo proposito mi è venuto particolarmente comodo il capitolo in cui hai trattato il Rinascimento in “Letteratura del fantastico”.
    Non so ancora se sono stata capita a dovere,ma l’esame l’ho passato e volevo ringraziarti!
    Terrò ancora in considerazione i tuoi scritti in futuro:come penso avrai intuito anche tu c’è ancora poca gente che davvero riconosce la grandezza,l’ampiezza di respiro della letteratura fantasy tra i cosidetti “letterati”. Io tendo a farmi le regole da sola e ad interpretare le cose a modo mio,se potrò in futuro lavorarci ancora su e contribuire a diffondere studi sul fantasy sarà una grandissima soddisfazione!

    A presto,
    joan

    Mi piace

  5. Pingback: La serie della fine di internet, il Connettivismo e l’ultima uscita di G.Agnoloni intitolata “La casa degli anonimi” | alfredocitroblog

  6. Gentile Giovanni,
    mi chiamo Federico Giani e sono assistente curatore presso Fondazione Arnaldo Pomodoro, avrei necessità di contattare Ken Shulman per fargli alcune domande su una sua recensione del 1995 a una mostra di Pomodoro. Ho visto che nel 2009 lo ha intervistato: ha modo di mettermi in contatto con lui?

    Cordiali saluti,
    Federico Giani
    Fondazione Arnaldo Pomodoro

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...