Giovanni Agnoloni

 

Giovanni Agnoloni, nato a Firenze nel 1976, è scrittore, traduttore letterario e blogger. Autore del romanzo psicologico Viale dei silenzi (Arkadia Editore, 2019), ha anche preso parte al romanzo collettivo Il postino di Mozzi, a cura di Fernando Guglielmo Castanar (Arkadia Editore, 2019). È inoltre autore di una quadrilogia di romanzi distopico-filosofici sul tema di un ipotetico crollo di internet (Sentieri di notte, Partita di anime, La casa degli anonimi e L’ultimo angolo di mondo finito, editi da Galaad Edizioni tra il 2012 e il 2017), in parte pubblicata anche in spagnolo e in polacco. Come saggista, ha scritto, curato e tradotto diversi libri sulle opere di J.R.R. Tolkien, tra cui la raccolta bilingue di saggi internazionali Tolkien. Light and Shadow (Kipple Officina Libraria, 2019). Infine, ha tradotto o co-tradotto saggi su William Shakespeare e Roberto Bolaño (Bolaño selvaggio, Miraggi Edizioni, 2019, tradotto insieme a Marino Magliani), oltre a libri di diversi autori come Jorge Mario Bergoglio, Amir Valle e Peter Straub. Ha partecipato a numerose residenze letterarie altre attività culturali in Europa e negli Stati Uniti, e lavora come traduttore con le lingue inglese, spagnola, francese e portoghese, oltre a parlare il polacco. I suoi articoli, recensioni e interviste sono disponibili sui blog “La Poesia e lo Spirito”, “Lankenauta”, “Poesia, di Luigia Sorrentino” e “Postpopuli”. Il suo sito è www.giovanniagnoloni.com

 

Principali pubblicazioni: 

“Viale dei silenzi” (romanzo) (Arkadia Editore, 2019)
“Il postino di Mozzi” (romanzo collettivo), a cura di Fernando Guglielmo Castanar (Arkadia Editore, 2019) (come co-autore)
“Dom bezimiennych” (edizione polacca de “La casa degli anonimi”) (Wydawnictwo Serenissima, 2018)
“Rozgrywka dusz” (edizione polacca di “Partita di anime”) (Wydawnictwo Serenissima, 2018)
“Las sendas de la noche” (romanzo) (seconda edizione spagnola di “Sentieri di notte”) (Ilíada Ediciones, 2018)
“The Return” (racconto) (“October Hill”, Spring Issue, 2017)
“Il liberto” (racconto) (Kipple Officina Libraria, 2017)
“L’ultimo angolo di mondo finito” (romanzo) (Galaad Edizioni, 2017)
“Ścieżki nocy” (edizione polacca di “Sentieri di notte”) (Wydawnictwo Serenissima, 2016)
“La casa degli anonimi” (romanzo) (Galaad Edizioni, 2014)
“Senderos de noche” (prima edizione spagnola di “Sentieri di notte”) (El Barco Ebrio, 2014)
“Partita di anime” (spin-off di “Sentieri di notte”: romanzo breve + racconto) (Galaad, 2014)
“Sentieri di notte” (romanzo) (Galaad, 2012)
“Tolkien e Bach. Dalla Terra di Mezzo all’energia dei fiori” (saggio) (Galaad, 2011)
“Tolkien. La Luce e l’Ombra” (raccolta di saggi di cui è curatore, traduttore e co-autore) (Senzapatria, 2011; in seguito  – 2019 – pubblicato nella nuova edizione bilingue Kipple Officina Libraria come “Tolkien. Light and Shadow”)
“Nuova letteratura fantasy” (saggio) (Sottovoce, 2010)
“Letteratura del fantastico. I giardini di Lorien” (saggio) (Spazio Tre, 2004)
Una selezione di sue poesie italiane, inglesi e spagnole è stata pubblicata sulla rivista poetica americana SpinDrifter nel 2005 (Vol. 2, N° 1, Primavera 2005).

Traduzioni e co-traduzioni:

– Hermann Simon, Danilo Zatta, “Strategie di pricing” (Hoepli, 2006)
– Masaru Emoto, “Il miracolo dell’acqua” (Il punto d’Incontro, 2007)
– AA.VV., “Tolkien. La Luce e l’Ombra” (a cura di Giovanni Agnoloni) (Senzapatria, 2011; in seguito  – 2019 – pubblicato nella nuova edizione bilingue Kipple Officina Libraria come “Tolkien. Light and Shadow”)
– Jason Berry, “La cassa del vaticano” (Newton Compton, 2012)
– Amir Valle, “Non lasciar mai che ti vedano piangere” (Anordest, 2012, e Verlag Ilion 2108)
– Noble Smith, “La saggezza della Contea” (Sperling & Kupfer, 2012)
– Peter Straub, “Nel cuore segreto del male” (Anordest, 2013)
– Tania Carver, “The Surrogate” (Anordest, 2013)
– Amir Valle, “Le porte della notte” (Anordest, 2013)
– Tare Tereba, “Il gangster. La vera storia di Mickey Cohen, il criminale dei criminali” (Newton Compton, 2013)
– Mike Tyson, “True – La mia storia” (Piemme, 2013)
– Alain Ferdière (con contributi di Armand Desbat, Monique Dondin-Payre e William Van Andringa), “Gallia Lugdunensis”, nell’ambito della serie “Roma e l’Impero” (Mondadori, 2013), uscita in volumi allegati al “Sole 24 Ore”, a “Panorama” e a “TV Sorrisi e Canzoni”
– Jorge Mario Bergoglio, “Siate forti nella tenerezza” (Rizzoli, 2014)
– Rudolf Abraham, “Croazia” (White Star, 2014)
– Caroline Moorehead, “Un treno per Auschwitz” (Newton Compton, 2014)
– Felix Weinberg, “Bambino n° 30529” (Newton Compton, 2014)
– Damien Lewis, “Cacciatori di nazisti” (Newton Compton, 2016)
– Gerald Posner, “I banchieri di Dio” (Newton Compton, 2016)
– Kenneth Krabat, “Rosso.Niente.” (Kipple Officina Libraria, 2017)
– Sefy Hendler, “Un mostro grazioso e bello. Bronzino e l’universo burlesco del Nano Morgante” (Maschietto Editore, 2017)
– Christiane Taubira, “La schiavitù spiegata a mia figlia” (Baldini e Castoldi, 2017)
– Joseph Wresinski, “I poveri. Incontro del vero Dio” (Jaca Book, 2017)
– Francesco Ammannati, “Disponibilità di cibo e modelli di consumo alimentare a Firenze e in Toscana nell’Italia unita” (“Food availability and food consumption patterns in Florence and Tuscany in the late 19th century”), articolo inserito nel volume Florence: Capital of the Kingdom of Italy, 1865-71 (Bloomsbury Publishing, 2017)
-Sylvie e Noémie D’Esclaibes, Bambini senza paura con il metodo Montessori. Come crescere curiosi, autonomi e intraprendenti (Sperling & Kupfer, 2018)
Il libro di Shakespeare. Grandi idee spiegate in modo semplice (Gribaudo – Penguin Random House, 2018)
– Daniela Sacerdoti, Tienimi accanto a te (Newton Compton, 2018)
– Nora Mc Keon, Food governance. Dare autorità alle comunità. Regolamentare le imprese (Jaca Book, 2019)
– Edmundo Paz Soldán, Gustavo Faverón Patriau (a cura di), Bolaño selvaggio (Miraggi Edizioni, 2019)

– Numerose parti di guide turistiche “Lonely Planet” (per la casa editrice EDT), oltre a una Rough Guide sulla Malaysia (per Feltrinelli) e a una guida National Geographic Traveller sulla Croazia (per Gruppo AG Edit).

13 pensieri su “Giovanni Agnoloni

  1. Gentilissimo Giovanni,

    sono profondamente interessata al tuo articolo intitolato “La fantasia tolkeniana e i paesaggi d’Irlanda”. da alcuni anni sono interessata a Tolkien, e coltivo da ragazzina una vera passione per l’Irlanda e tutto ciò che ne fa parte.

    Ti chieo se da parte tua è possibile inviarmi un “file” del tuo articolo.

    grazie già da ora

    MB

    "Mi piace"

  2. Giovanni, ciao e buona giornata.

    Ti informo di aver creato una pagina su Massimo Maggiari “alla ricerca dell’anima sacra”.

    Ho inserito un link sull tua pagina e sul video pubblicato in youtube.

    Ho riportato la poesia INUIT, molto vicina al popolo INUIT e all’Artico di cui ne seguo gli eventi da diverso tempo.
    Spero si resti incontatto. Un saluto Aldo

    "Mi piace"

  3. Caro Giovanni,
    ho un periodo pieno di impegni, è un po’ che non mi faccio vivo (e fra l’altro non trovo più il tuo indirizzo privato).
    Come va?
    Un abbraccio,
    Roberto RT

    "Mi piace"

  4. Caro Giovanni,
    pochi giorni fa ho sostenuto l’esame di letteratura italiana all’università,argomento:Orlando Furioso,Ludovico Ariosto(ovviamente),1400 e 1500 in letteratura.
    Per stupire il prof mi sono lanciata nell’approfondimento sul concetto di “fantasy” nella letteratura:a questo proposito mi è venuto particolarmente comodo il capitolo in cui hai trattato il Rinascimento in “Letteratura del fantastico”.
    Non so ancora se sono stata capita a dovere,ma l’esame l’ho passato e volevo ringraziarti!
    Terrò ancora in considerazione i tuoi scritti in futuro:come penso avrai intuito anche tu c’è ancora poca gente che davvero riconosce la grandezza,l’ampiezza di respiro della letteratura fantasy tra i cosidetti “letterati”. Io tendo a farmi le regole da sola e ad interpretare le cose a modo mio,se potrò in futuro lavorarci ancora su e contribuire a diffondere studi sul fantasy sarà una grandissima soddisfazione!

    A presto,
    joan

    "Mi piace"

  5. Pingback: La serie della fine di internet, il Connettivismo e l’ultima uscita di G.Agnoloni intitolata “La casa degli anonimi” | alfredocitroblog

  6. Gentile Giovanni,
    mi chiamo Federico Giani e sono assistente curatore presso Fondazione Arnaldo Pomodoro, avrei necessità di contattare Ken Shulman per fargli alcune domande su una sua recensione del 1995 a una mostra di Pomodoro. Ho visto che nel 2009 lo ha intervistato: ha modo di mettermi in contatto con lui?

    Cordiali saluti,
    Federico Giani
    Fondazione Arnaldo Pomodoro

    "Mi piace"

  7. Gentile Federico,

    mi scuso per l’enorme ritardo, ma purtroppo non ricevo avvisi da WordPress quando viene inserito un commento su questa pagina. Spero che abbia potuto contattare Ken, che comunque è su Facebook.

    La saluto cordialmente,
    Giovanni

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.