Il segno

Quando gli esseri umani si scambiano un segno, amano che l’altro lo porti con sé. Gesù ci ha dato il segno della croce e vorrebbe che lo facessimo spesso: come memoria d’amore e di unione, dice a Gabrielle, invitandola a non mettere distanze tra lei e Lui.

Per amore

Noi umani diamo molta importanza a incarichi, titoli, ruoli. Per Gesù non è cosi: a Gabrielle, che pensa alle lavapiatti dell’hotel, dice che vede gradi solo nell’amore. Qualsiasi azione, anche la più umile, può essere fatta per Lui, può essere compiuta per amore.

Mi pare

Nel Vangelo non si narra tutta la sofferenza di Gesù: quanti dettagli avrebbero suscitato sdegno, amore, compassione? Gabrielle gli chiede: come mai gli evangelisti non hanno detto tutto? Le risponde il Cristo: non sarei stato amato di più. C’è da riflettere, mi pare.

All’altra riva

Dio ci ha amati per primo, dice la Bibbia. È essenziale prendere l’iniziativa: vuol dire che rischi, ti sbilanci, accetti di comprometterti con l’altro. Chi non ama non fa mai questo salto nel buio: non passa all’altra riva, come il Cristo fa spesso, nel Vangelo.

Dimmi cos’è

Cos’è importante, nella vita? La famiglia, gli amici, il lavoro; ognuno ha un suo elenco dettagliato, che comprende perfino le “cose”: il cellulare, l’automobile, la casa ai monti o al mare. Il Cristo dice alla Bossis: cosa ti resta da fare sulla terra se non amare il tuo prossimo per Me? Come dire: al fin della licenza, Io tocco.

La frequenza di fondo della vita

È importante il modo in cui ci si addormenta e ci si sveglia. Al mattino, aprendo gli occhi, recito il Magnificat, che dà la nota giusta a tutta la giornata: il grazie. Gesù dice a Gabrielle di assopirsi, la sera, nello Spirito Santo: “il vostro ultimo sospiro dev’essere nell’amore”. L’inizio, la fine, il nuovo inizio: scegliamo noi la frequenza di fondo della vita.

Devo dire


Nessuno ci ama come Dio: basta credere questo. Del resto, non è una gran scoperta: è sufficiente elencare le infinite delusioni incassate dagli altri e da noi stessi. Il Cristo mi ama più di me, molto più del mondo messo insieme. Ecco, mi sento già meglio, devo dire.