Vivalascuola. Affinché vi conosceste a vicenda

“O uomini, vi abbiamo creato da un maschio e una femmina e abbiamo fatto di voi popoli e tribù, affinché vi conosceste a vicenda”.

E’ sentire comune, dopo gli attentati di Parigi, che anche in momenti come questi la scuola è chiamata non solo a educare ma innanzitutto a stare vicina a bambini e ragazzi. E’ bene parlare a scuola di questi fatti, dunque, senza imposizione ma aprendo uno spazio di riflessione affinché nelle aule possano liberamente emergere paure e domande. Con la consapevolezza che l’educazione richiede tempi lunghi e non si esaurisce in un minuto di silenzio. Vivalascuola non interviene con analisi che competono ad altri ma propone alcuni spunti didattici: “cosa serve ai bambini” di Claudia Fanti, esempi di lavoro a scuola di Giuseppe Caliceti e Eraldo Affinati, e alcuni sermoni pronunciati nelle moschee italiane venerdì 19 novembre, come strumenti che pensiamo possano aiutare docenti e studenti a superare ignoranza e pregiudizi, quelli che generano violenza e matta bestialitate. Continua a leggere

Vivalascuola. La “Buona scuola” è una sola

Dopo lo sciopero generale del 5 ci troviamo sabato 16 maggio, dalle 14,30 alle 18,30 nell’Aula Magna del Liceo Virgilio, Piazza Ascoli, 2, Milano, per una Assembla pubblica. Per tirare qualche somma e per progettare il da farsi.

Comunque l’abbiate letto non vi siete sbagliati/e:

A) Renzi ci sta tirando una grandissima sola. Il DDL è in discussione e malgrado la forte opposizione di tutto il popolo della scuola, sembra che il governo abbia intenzione di portare a compimento un progetto che assomiglia troppo a tutto ciò contro il quale ci siamo mobilitati in questi anni, quando a governare erano le ministre Moratti e Gelmini. Continua a leggere