Cristina Leti, “Terza remigante”

 

 

SALA-MACCHINE

 

Alla fine del terzo giorno,

il fuochista

mi fasciò stretti i polsi,

con larghe corregge di cuoio.

Anche quando il corpo duro

riposa sulla panca,

io sento la tensione

e la pressione

dell’infiammazione sulla slogatura.

Ma è così, m’ha detto, che si diventa elettricisti.

  Continua a leggere