Archivi tag: Cura

L’occhio

Gli occhi di Gesù sono fissi su di noi. Dal Rinascimento in poi, si diffuse il simbolo dell’occhio nel triangolo, riferimento alla Trinità e alla Sua provvidenza per il mondo. In seguito diventò, purtroppo, un simbolo massonico. Meglio pensare agli occhi di Gesù che ci seguono ovunque, prendendosi cura di ciascuno di noi, con infinito amore.

Lo statuto


Vogliamo essere pensati, amati, curati. C’è in noi una sorta di pretesa, un diritto acquisito chissà come, un dovere dell’altro di corrispondere ai nostri desideri. All’alba della vita è un dato certo: se non fossimo assistiti con tali prestazioni, ne usciremmo segnati. È il dramma dell’infanzia abbandonata, o maltrattata.
Crescendo, i termini si invertono: è a noi che viene chiesto di dare. Impariamo a cavarcela da soli, a credere normale che l’altro non ci pensi.
Eppure, in qualche parte del cuore, rimane lo statuto del neonato: l’essere oggetto di uno sguardo amante, mai distolto da lui. Più tardi, facendosi strada una saggezza nuova, affacciandosi al mondo dello spirito, si capisce che il bambino ha indovinato: quello sguardo esiste; sono gli occhi del Cristo, che non ci lasciano nemmeno per un attimo.

[l’immagine è tratta da un’opera di Marko Ivan Rupnik]