Filippo Ravizza, La coscienza del tempo

E’ uscita la nuova raccolta di poesie di Filippo Ravizza, La coscienza del tempo (La vita Felice 2017). Ne proponiamo alcune poesie e un brano della Prefazione di Gianmarco Gaspari.

Evaporare gli anni

Disperdere dunque la coscienza
del tempo evaporare gli anni
così senza pietà correre correre
lontani dal qui e dall’ora non
esistere sapendolo mentre
incessante risuona tra le tempie
e queste campagne la certezza
che dice: “Tutto è impossibile,
ma tu ricordati, ricorda il desiderio
offeso del tuo pur mutilato amare
“. Continua a leggere

Filippo Ravizza, Nel secolo fragile

Giovedì 27 marzo, alle ore 18, alla Casa del Manzoni, Via Morone, 1, a Milano, presentazione della nuova raccolta poetica di Filippo Ravizza, Nel secolo fragile, LVF, 2014. Partecipano Gianmarco Gaspari e Mauro Germani. Sarà presente l’Autore. Presentiamo un assaggio della raccolta e due brani della prefazione e della postfazione.

Continua a leggere

Filippo Ravizza viaggia come “Turista” nell’inquietudine del vivere

di Ottavio Rossani

Filippo Ravizza (Milano, 1951) è un poeta/filosofo, che un libro dopo l’altro (finora ha pubblicato quattro raccolte) persegue un’utopia:analizzare e descrivere una “fenomenologia della coscienza”. Inoltre, insegue un obbiettivo che oggi può sembrare arcaico: preservare la lingua italiana dall’inquinamento delle lingue straniere. L’integrità del linguaggio nazionale (nativo) si coniuga bene con il progredire dell’idea che l’uomo ha un compito da svolgere, è cioè salvare se stesso e la natura. “parlare con la natura è parlare con l’essere” – spiega. – E l’essere della natura è la strutturazione della coscienza”. Continua a leggere