La ‘poesia’ del jazz italiano Max De Aloe, Marcella Carboni, Filomena Campus, Massimo Barbiero

campus 2
di Guido Michelone

“Il mondo del jazz in Italia è un mondo piccolo, lontano dal music-business e dai clamori, ma questo suo limitato potere commerciale ha il vantaggio di preservare la purezza e l’autenticità del processo creativo. Tradotto vuol dire che possiamo scrivere, suonare e registrare la musica che più ci aggrada. E non è poco”. Continua a leggere

Guido Michelone intervista Massimo Barbiero su Pietas e Gabbia

barbiero massimo x  centofanti
Uno sguardo sulla contemporaneità

Lo ‘sguardo sulla contemporaneità’ è quello che afferma il percussionista eporediese Massimo Barbiero della propria recente opera: in questi giorni infatti è uscito il nuovo disco Pietas, a nome Enten Eller, il quartetto con Alberto Mandarini, Giovanni Maier, Maurizio Brunod (più l’argentino Javier Girotto come ospite), che da un quarto di secolo propone un jazz sperimentale di ottima fattura. Pietas fa seguito di pochi mesi a Gabbia, un altro cd che Barbiero ha cofirmato in prima persona assieme alla cantante romana Marta Raviglia, per dar vita a un duo anch’esso basato sulla ricerca sonora. Se ne parla ora, in esclusiva per ‘La Poesia e lo Spirito’ con lo stesso Barbiero, ponendo l’accento in particolare sulle componenti letterarie, che nella sua musica costituiscono un aspetto non indifferente, in un legame sempre più stretto fra la creatività interdisciplinare dei vari linguaggi espressivi. Continua a leggere