Editoria low cost, una via d’uscita dal Grande Terrore

di Mauro Baldrati
(da Nazione Indiana)

“I librai prenotano pochissime copie dei libri di narrativa. Non si fidano. Sanno, o qualcuno ha detto loro, che venderanno solo un piccolissimo numero di romanzi italiani, e solo di alcuni autori” scriveva Enrico Piscitelli su Alfabeta 2.

Qualcuno ha detto loro.

Ma non solo ai librai. Quel “qualcuno” è per esempio il distributore, che valuta un autore unicamente dalla pesatura di mercato, senza avere necessariamente letto un solo rigo della sua opera. Anche ai piccoli editori capita di sottoporre un progetto editoriale al loro distributore, per sentirsi rispondere che è destinato al fallimento perché il tale autore “non vende”. Così un’opera che potrebbe essere stata generata da una rispettabile macchina di produzione di immaginario non vedrà la luce perché l’addetto al mercato decide che non possiede una serie di requisiti essenziali per renderla competitiva. Di cosa parli, con quale stile, di quale sfida letteraria sia portatrice non è importante. I requisiti richiesti sono altri. Continua a leggere

On the road again


Una importante novità nel panorama editoriale nostrano, dove la distribuzione dei testi è dominata dai grandi gruppi che impongono la visibilità dei loro titoli e negano spazio ai prodotti indipendenti: l’editore Senza Patria (mai titolo fu più appropriato nell’epoca dell’estrema globalizzazione), fondato da Carlo Cannella, lancia la collana On The Road, romanzi brevi il cui ritmo, la cui foliazione (tutti i testi saranno di 60 pagine) li rende ideali per il viaggio in treno, in aereo, in nave, la sosta nelle stazioni, negli aeroporti, o anche sulla panchina di un parco. Un’idea che avrebbe entusiasmato Brian Eno, quando componeva le musiche per ambienti. I libri, le cui copertine sono ideate e disegnate dallo scrittore e pittore torinese Mario Bianco, saranno distribuiti in catene di librerie indipendenti, nelle stazioni ferroviarie e degli autobus, sui traghetti, nelle metropolitane, oppure richiesti direttamente all’editore (info@senzapatriaeditore.it).

Continua a leggere