Laura Di Corcia. Tre poesie

laura

1.

Non possiamo permetterci
i ritorni: la teleologia ce lo vieta.

Viviamo appesi a un dramma,
un’idea fissa ci perseguita:
a stento ci liberiamo
degli incubi di vetro.

Uno degli errori più grandi
è perdere la logica,
diventare bolle di sapone.

Ma io ti dico: in questo c’è verità. Continua a leggere