Ornithology 17. Loi e Lamarque

LOI Franco a-milano3441.jpg

Da Secondo le fasi lunari

Se un colombo vola, subito dietro un altro, e un altro
dalla gronda allarga le ali, e l’ultimo
che col becco si solletica e ad altro
sembra che pensi, o che lo chiami, dimmi e spiegami,
sì, tu, dio degli inferni, cosa mai gli pesa,
cosa gli lega l’ala, se triste come un flirt stanco,
lì, che sembra stia per levarsi in volo, guarda una siepe
di uccelli di passo dove garruli si allontanano?
Oh quanto cielo! quanta aria! quanta rovina!
Saper volare, saper cantare, ed è vana
ogni sapienza se nessuno ti chiama.

Continua a leggere

Fabio Franzin: Premio Pascoli 2009

beuys_felt_cross

Dirìti? ai operai? ma

quando mai? che l’é

za tant riussìr a no’

farse pestàr i cài, no’

farse, de nòvo, tratàr

da s.ciavi. ‘Dèss, po’,

che i tenpi i ‘é tornàdhi

a èsser scuri: contràti

precarî e tanti pòre cani

da òni part del mondo Continua a leggere