Di nuovo

Gesù vuole che crediamo nel Suo amore, che siamo consapevoli dei Suoi benefici, che lo ringraziamo. È questo che produce la reciprocità salvifica, che immette nel circolo virtuoso del dare e del ricevere. Così anche noi, come Lui, potremo dare la vita e riprenderla di nuovo.