“Per una botanica della poesia”

Climate StrikeDopo i Fridays for Future e il Global Climate Strike del 15 marzo, un’iniziativa che unisce poesia e ambientalismo mirando alla sensibilizzazione sui temi del cambiamento climatico. Promotore di “Per una botanica della poesia” è Sebastiano Adernò, poeta, autore di video e ideatore di analoghe azioni di poesia civile: nel 2015, insieme ad altri, ha affisso (e recitato) poesie-preghiere tra i relitti delle barche dei migranti in Sicilia.
Il progetto, che si avvale anche di un crowdfunding, raccoglie poesie da cui verranno tratte cartoline e un’antologia da diffondere in luoghi di aggregazione.
Da aprile a giugno le “poesie botaniche” verranno condivise in una serie di incontri che – tra festival, parchi e biblioteche pubbliche – attraversa tutta l’Italia: dal Friuli alla Sicilia passando per Milano, Varese e Roma.

Continua a leggere

Azione poetica in Sicilia, poesie affisse ai relitti

arr

In Sicilia le poesie diventano preghiere affisse ai relitti grazie all’iniziativa di Sicilia.Punto.Poesia, un’ azione poetica promossa dai poeti Sebastiano Adernò, Santina Lazzara e altri già impegnati sull’isola nella lotta per i diritti dei migranti. L’appello ad inviare poesie è rivolto a tutti gli autori “vicini e lontani”. Un impegno civile che mancava nel panorama letterario e un annuncio che estendiamo a tutti:

#arrestatelerondini / preghiera per il mare:  19 giugno 2015. Nel cimitero dei Relitti di Portopalo / tra le imbarcazioni dei Migranti

***si può partecipare in diversi modi: poeti vicini e lontani, mandate una poesia stampata all’indirizzo SANTINA LAZZARA VIA DE “LE PAESANE” 3, 95044- MINEO (CT) – le apporremo sui relitti davanti i quali andremo a leggere “come i fiori di Loto nello stagno” la poesia darà la sua carezza di luce su tanto oscuro dolore.

FB https://www.facebook.com/events/405595702957454/

9 libri per me posson bastare? – recensioni

1781104_10202886380299955_883567251_o

di Max Ponte

Ho fino ad ora incontrato pochi intellettuali, critici o scrittori o lettori che siano, che sostengano la folle idea di recensire tutto, sebbene nei tempi che la vita ci conceda. E con tutto intendo l’insieme di ciò che viene indirizzato al diretto interessato come novità editoriale ma anche come pubblicazione in rete (blog e siti). Dicevo fra questi pochi intellettuali c’è Lucia Dell’Aia, critico letterario, che la pensa esattamente come me: leggere ed esprimersi sul lavoro che ci viene inviato personalmente, qualsiasi esso sia, senza fare scelte di indifferenza, è una forma di rispetto nei confronti dell’alterità e allo stesso tempo un lavoro letterario militante. Sulla mia scrivania da qualche tempo sono presenti 9 libri di vario genere (questa volta non solo poesia) ed è giunto il momento di scrivere. Il mio giudizio come sempre è sintetico ed è un’indicazione, un commento nel mare magnum della produzione libraria, una nota al quale segue una voto diretto all’opera in questione. Per chi desiderasse inviarmi libri o suggerimenti la mia email è pontemx@gmail.com Continua a leggere

Gli esordi – di Sebastiano Adernò.

io fui bambino
in un ritaglio di piscio
ma vi racconto
una storia pescata
tra la gambe degli oceani

la notte in cui nacqui
mio padre
s’afferrò alla ringhiera di casa nostra,
c’era la luna
e i vermi
risalivano meglio la grondaia Continua a leggere