Il tuo sorriso

Sarò il tuo sorriso di oggi, dice il Cristo alla Bossis. È bello pensarlo: anche quando non c’è nulla per cui essere contenti, quando la sofferenza trabocca e non si sa più dove sbattere la testa, Gesù sorride in noi. Sarà questo il potere dei figli di Dio?

Il sorriso

Il sorriso è importante. Vuole dire: ci sei, ti riconosco, non avere paura. In fondo, viviamo ancora nella giungla. Potremmo dover contenderci, da un momento all’altro, un pezzo di pane, per una improvvisa carestia. Ma se ti sorrido, voglio dire: siamo qui, ora, abbiamo fiducia, nonostante.

Il potere divino

Un sorriso può cambiare il mondo. Il mondo intorno a noi. Crea comunione, che è il principio di Dio, e neutralizza la separazione, che è il criterio del diavolo. Dio unisce, satana divide. È lo scontro tra bene e male, l’armageddon, di cui parla l’ultimo libro della Bibbia. Sta a noi mettere a frutto il potere divino del sorriso.

Sorridere a Dio


Sorridere a Dio: è tanto difficile? Se vedessimo Gesù che trasuda amore, non potremmo non farlo. Ci sono tanti modi per cambiare vita: molti si strizzano l’anima e il cervello, si cacciano in impegni da cui escono ogni volta più vuoti, ma basterebbe questo. Sorridere a Dio. Provare per credere.